ChartaMente

Presentati Venerdì 09 Giugno i risultati dell’indagine “L’èlite dei giovani (dis)informati” condotta dalla Fondazione Pubblicità Progresso ed Assirm nell’autunno 2016. La metodologia e il forte sbilanciamento del campione, uniti ad una certa approssimazione, diciamo, nella presentazione dei risultati, non ne fanno una fonte di valore ma ha il merito di rendere disponibili i dati che invece Censis non aveva reso pubblici se non in maniera molto parziale.

Ci siamo focalizzati su  quali siano i mezzi di informazione utilizzati regolarmente negli ultimi 7 giorni, per età, da cui emergono/si confermano elementi d’interesse.

I telegiornali restano complessivamente la principale fonte d’informazione ma così non è per coloro tra 14 e 29 anni per i quali è invece Facebook al primo posto. Se il social più popoloso del pianeta è la principale fonte d’informazione per giovani e giovanissimi, non occupano invece un posto di rilievo quotidiani online e più in  generale siti web d’informazione. Dunque, come era già emerso dai dati Audiweb, i giovani usano con maggior intensità i social, anche, per leggere le notizie, ma le testate non riescono ad attirarli ai loro siti evidentemente per tipologia di argomenti trattati e del loro trattamento, del linguaggio giornalistico con il quale vengono affrontati che non  li attira, se non in maniera residuale, rendendo di fatto fallimentari, anche sotto questo aspetto, le strategie di presenza sui social dei newsbrand.

Lo stesso vale, in maniera ancora più marcata, per giornali nel formato cartaceo e per la stampa in generale. I quotidiani sono infatti roba da “vecchi” con la fascia 66-80 anni che si attesta 10 punti percentuali sopra la media nazionale.

Infine, Twitter, considerato universalmente il newswire per eccellenza, non funziona in tal senso nel nostro Paese dove invece riveste il ruolo di echo chamber di una ristretta elite [influente].

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.