Quanto si Parla in Rete di Innovazione e Industria 4.0

The Fool, società italiana specializzata in online reputation, presenterà oggi a Milano, alla seconda edizione del Jobless Society Forum, una ricerca in materia di lavoro e industria 4.0 che abbiamo ottenuto in esclusiva.

La ricerca è relativa a un periodo di 4 mesi, dal 1 gennaio al 30 aprile 2017, e analizza un volume di conversazioni di più di 82mila contenuti, con particolare riferimento a ciò che accade su Twitter.

I volumi

In primis si analizza l’andamento temporale della quantità di conversazioni, individuando due picchi direttamente legati a 2 eventi: il centenario dell’Unione Idustriali di Napoli del 28 febbraio e #digitalitaliani del 21 marzo tenutosi a Monza.

I temi

Entrando nel merito dei contenuti, i macrotemi che sembrano raccogliere il maggior numero di adesioni sono così classificati: innovazione, digitalizzazione, rivoluzione, con quest’ultima parola intesa chiaramente nella sua dimensione di fermento culturale e digitale.

Nell’infografica che segue è possibile esplorare i temi che nel dettaglio compongono le macroaree di cui sopra.

Le fonti su Twitter

Tra le fonti più citate su Twitter, e quindi i domini che vanno per la maggiore nei tweet pubblicati dagli utenti in questo tipo di conversazione, si evidenziano prodotti editoriali tradizionalmente vicini a questi tipi di tematiche come Finanzaonline e IlSole24 ore, ma anche interessanti casi come alfemminile.com. Si tratta comunque di proporzioni esigue sebbene contino diverse centinaia di menzioni.

Soft Skills

All’interno di queste conversazioni sono state isolate le tematiche relative alle skill più richieste nel mondo del lavoro, classificate in 3 categorie in ordine di rilevanza: sociali, metodologiche e personali

Per ciascuna di queste si è cercato di approfondire le skill specifiche. Per le soft skill sociali troviamo: team work, leadership e capacità comunicativa.

In materia di soft-skill metodologiche lo spettro è più ampio e va dalla creatività alla flessibilità, passando per concetti come inventiva e problem solving.

Infine per quanto concerne le skill di carattere “personale” si fa importante riferimento alla gestione dello stress e, di nuovo, al problem solving, che viene quindi inteso in una chiave di lettura sia dal punto di vista caratteriale che quasi squisitamente tecnico.

Risolvere problemi non è solo un attitudine personale, ma richiede anche un importante grado di preparazione.

Save

Pierluigi Vitale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.