ChartaMente

L’eccesso di rappresentazione del sè sui social è un fenomeno noto. Condividiamo, per amor di esempio, decine di immagini di quadri per apparire esperti di arte agli occhi degli altri mentre in realtà non ci ricordiamo neppure quell’unica lezione di storia dell’arte non “bigiata” al liceo e via discorrendo.

A dare una dimensione al fenomeno arrivano i dati di 10Awesome che ha raccolto da una serie di fonti quali sono le bugie più comuni sui social. Al primo posto compaiono le fotografie seguite di poco da menzogne sul possesso di un determinato bene.

Visto che continua ad essere al centro del dibattito la questione delle “fake news”  sarà meglio tenere conto che i primi produttori di queste pare siano le persone comuni.

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.