I Social Sempre più Utilizzati per il Personal Branding

UM, agenzia del gruppo IPG Mediabrands, ha presentato i risultati di “Wave 9: The Meaning of Moments”. L’indagine, giunta alla nona edizione, ha indagato i comportamenti sui social di 52mila individui in 78 Paesi, Italia inclusa, analizzando 60 miliardi di interazioni online da parte delle persone. Emergono diversi spunti di riflessione dallo studio.

Nel complesso Twitter viene citato come la piattaforma più rilevante nell’influenzare l’opinione pubblica mentre Facebook è la piattaforma per discutere con i propri amici, con i propri contatti. Si conferma il boom nell’utilizzo delle app di messaggistica istantanea che passano da un utilizzo del 69.4% dell’indagine precedente all’attuale 85.3% ed è in assoluto l’attività maggiormente svolta dalle persone.

Quasi la metà delle persone [47.5%] si sente sopraffatta dalla quantità di informazioni e stimoli disponibili online. Questo determina anche un cambiamento delle aspettative nei confronti dei brand sui social dai quali ci si attendono meno informazioni e più aiuto, svago e contenuti di valore da condividere.

Un chiara indicazione di quanto e come l’approccio ai social sin qui prevalente da parte delle imprese, delle organizzazioni, di complessiva forte promozionalità debba cambiare per trasformarsi finalmente in elemento di creazione di una relazione di valore sia per i brand che per le persone.

L’apertura di nuovi profili social segna il passo ed è praticamente stabile, indicando come si inizi ad essere prossimi alla saturazione e di come sia ridotto, o nullo, lo spazio per nuovi social in quello che ormai, soprattutto in USA ed Europa Occidentale, è un mercato maturo.

Tra gli account esistenti, l’85% degli individui gestisce attivamente i propri profili social. Una gestione che assomiglia sempre più a quella dei brand. Infatti, rispetto alle edizioni precedenti dello studio, vi è un calo estremamente significativo di coloro che utilizzano i social esclusivamente per divertimento, come passatempo [-40%], al quale corrisponde invece, quasi in egual misura [+30%] un uso dei social in chiave promozionale di se stessi e delle proprie attività.

Se, come il sottoscritto, utilizzate con intensità i social, probabilmente ve ne eravate già accorti. Ora arriva la conferma. I social sono sempre più utilizzati per il personal branding. Se questo è un indicatore positivo, a mio avviso, della consapevolezza raggiunta nell’utilizzo del mezzo, è altrettanto un segnale di come in funzione di questo relazioni e conversazioni tra pari possano potenzialmente deteriorarsi portando in prospettiva ad una possibile implosione dei social.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.