Evoluzione Investimenti Pubblicitari In Europa

Milano Finanza ha pubblicato un estratto del report  di Goldman Sachs sul settore media in Europa. Dati incrociati con quelli resi disponibili da Magna Global che consentono di verificare qual è stata l’evoluzione degli investimenti pubblicitari per mezzo nell’ultimo decennio nei Paesi membri della UE.

La televisione resta sostanzialmente stabile, e quindi, seppur siano stati anni con livelli di inflazione bassi, in realtà cala.

Esplosione del digitale che, secondo le stime di chiusura per il 2016, è cresciuto del 252% rispetto al 2007. Digitale che, inclusa search a pagamento e social ads, diventa il primo canale, il primo medium per investimenti pubblicitari sorpassando anche la televisione.

Nello stesso periodo, come noto, la stampa – quotidiani e periodici – si dimezza. Anche la radio, che invece nel nostro Paese sta vivendo, parrebbe, una seconda primavera, nel complesso registra un flessione degli investimenti pubblicitari del 7.8%. L’out of home resta invece stabile, e dunque, come per la TV, in termini reali cala.

L’insieme di queste dinamiche porta il totale degli investimenti pubblicitari nella UE a crescere del 10.3% rispetto al 2007, con un  tasso annuo di crescita composto del 1,1%. Andamento che ovviamente rappresenta la media di nazioni quali l’Italia che nell’ultimo decennio ha visto un calo per tutti i mezzi e nazioni quali il Regno Unito o la Germania, ad esempio, che invece hanno registrato una crescita.

Il grafico sottostante consente di comprendere a colpo d’occhio l’evoluzione degli investimenti pubblicitari nel vecchio continente [dati in milioni di euro].

Evoluzione Investimenti Pubblicitari per Mezzo nella UE

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.