Internet Advertising in Europa

Eurostat ha pubblicato i dati aggiornati al dicembre 2016 degli investimenti pubblicitari online con il dettaglio per ciascuna nazione membro della UE e la suddivisione per tipologia di annunci.

Come emergeva dai dati pubblicati non più tardi di ieri, solamente il 18% delle imprese fa investimenti pubblicitari in Rete. Il grafico sottostante mostra come, anche in questo caso, l’Italia sia fanalino di coda davanti solamente a Portogallo e Romania per numero di aziende che utilizzano Internet come veicolo di comunicazione pubblicitaria.

enterprises_advertising_on_the_internet_2016__enterprises

I dati consentono di avere anche una panoramica della tipologia di investimenti. E’ il contextual advertising a primeggiare assolutamente mentre altre forme più raffinate [ed efficaci?] di pubblicità online sono ancora decisamente sotto utilizzate. La conferma che, con buona pace dei big data e delle tante altre buzzword sul tema purtroppo, le campagne pubblicitarie prevalentemente si pianificano “un tanto al chilo”.

Anche l’utilizzo dei social da parte delle imprese segna il passo. In Italia meno del 40% della aziende ha una propria presenza su almeno un social [che nel 90% dei casi vuol dire sostanzialmente avere una pagina Facebook] contro quasi il 70% dei Paesi della Penisola Scandinava o il 59% del Regno Unito.

Prima di dotti convegni sulla rilevanza dell’industria 4.0 c’è ben altro da fare. Molto altro da fare prima.

v3_enterprises_internet_presence_use_of_internet_ads_by_type_websites_social_media_2016

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.