Content Marketing per le Elite

The Quar­tz Glo­bal Exe­cu­ti­ves Stu­dy  ha inter­vi­sta­to 1.357 diri­gen­ti di tut­to il mon­do, con un son­dag­gio di 47 doman­de som­mi­ni­stra­to tra set­tem­bre e otto­bre 2016, per sco­pri­re come otten­go­no le noti­zie, per­ché con­di­vi­do­no con­te­nu­ti, e come si sen­to­no sul­la pub­bli­ci­tà. Il pool dei rispon­den­ti è costi­tui­to da diri­gen­ti d’azienda in 97 pae­si e 31 set­to­ri. I set­to­ri rap­pre­sen­ta­ti sono: con­su­len­za e ser­vi­zi [21% degli inter­vi­sta­ti]; finan­za [14%]; mez­zi di comu­ni­ca­zio­ne e del­la pub­bli­ci­tà [13%]; tec­no­lo­gia [11%]; ambi­to medi­co e scien­ti­fi­co [4%]; beni di ven­di­ta al det­ta­glio e di lus­so [4%]; e altri [34%].

Dai risul­ta­ti del­lo stu­dio emer­go­no ele­men­ti di asso­lu­to inte­res­se che for­ni­sco­no impor­tan­ti indi­ca­zio­ni su come comu­ni­ca­re con i deci­sion makers.

Il mat­ti­no è il momen­to elet­ti­vo per il con­su­mo del­le noti­zie con il 74% dei top pro­fes­sio­nal che scel­go­no que­sto momen­to del­la gior­na­ta con­tro il 20% duran­te il gior­no e solo il 6% ver­so fine gior­na­ta. Pub­bli­ca­re dun­que i pro­pri miglio­ri con­te­nu­ti al mat­ti­no è alta­men­te con­si­glia­to, così come lo è di rifles­so, in spe­ci­fi­co rife­ri­men­to ai new­sbrand, pia­ni­fi­ca­re, per quan­to pos­si­bi­le, il flus­so del­le noti­zie in riu­nio­ni reda­zio­na­li ad hoc che non segua­no il rit­mo del­la car­ta stam­pa­ta come inve­ce avvie­ne nel­la qua­si tota­li­tà del­le testa­te del nostro Pae­se.

L’89% dei diri­gen­ti uti­liz­za­no i social media. Lin­ke­dIn è in asso­lu­to la piat­ta­for­ma socia­le più uti­liz­za­ta con il 72% che la usa con­tro il 68% di Face­book ed il 53% di Twit­ter. Atti­va­re una pro­pria pre­sen­za isti­tu­zio­na­le su Lin­ke­dIn, a par­ti­re dal­la pagi­na cor­po­ra­te, ma non solo ovvia­men­te, divie­ne dun­que fon­da­men­ta­le.

Twit­ter si con­fer­ma esse­re il new­swi­re per eccel­len­za, del­le eli­te. Infat­ti, tra i social che ven­go­no uti­liz­za­ti inten­zio­nal­men­te per otte­ne­re noti­zie, la piat­ta­for­ma di micro­blog­ging ottie­ne il 41% del­le pre­fe­ren­ze con­tro il 28% di Face­book.

linkedin-social-dirigenti

I diri­gen­ti han­no vasti inte­res­si: riman­go­no aggior­na­ti sul­le noti­zie glo­ba­li, affa­ri, finan­za, e le ten­den­ze cul­tu­ra­li. Nell’ 89% dei casi la fon­te dei link che ven­go­no clic­ca­ti è deter­mi­nan­te nel­la scel­ta. Pres­so­ché iden­ti­ca la situa­zio­ne per quan­to riguar­da la con­di­vi­sio­ne con l’88% dei diri­gen­ti sono pro­pen­si a con­di­vi­de­re buo­ni con­te­nu­ti, e la sua fon­te qua­si sem­pre [85%] influen­za la loro deci­sio­ne di con­di­vi­der­la.

Arti­co­li “long-form” e gra­fi­ci e dati sono i con­te­nu­ti pre­fe­ri­ti dal­le eli­te. L’ennesima con­fer­ma, se neces­sa­rio, di quan­to, da un lato, sin oggi la ricer­ca di volu­me e non di valo­re abbia dan­neg­gia­to i new­sbrand, e dall’altro lato, di come tra le tan­te “bufa­le” che gira­no in Rete quel­la sul­la neces­si­tà di pro­por­re con­te­nu­ti bre­vi, “per­chè altri­men­ti le per­so­ne non leg­go­no”, sia una del­le peg­gio­ri.

L’84% dei top pro­fes­sio­nal sono aper­ti ai con­te­nu­ti da par­te dei brand, a pat­to che sia­no di alta qua­li­tà e chia­ra­men­te eti­chet­ta­ti. Il 74% ha tro­va­to l’ultimo pez­zo di con­te­nu­to spon­so­riz­za­to let­to inte­res­san­te, infor­ma­ti­vo, e di valo­re. I diri­gen­ti più gio­va­ni sono più aper­ti nei con­fron­ti dei con­te­nu­ti spon­so­riz­za­ti rispet­to alle loro con­tro­par­ti di mag­gio­re età, ma sono più esi­gen­ti nei con­fron­ti del­la loro qua­li­tà.

Al con­tra­rio, non rispon­do­no posi­ti­va­men­te agli annun­ci pub­bli­ci­ta­ri che li inter­rom­po­no. Auto-play video e/o audio sono la gli annun­ci che mag­gior­men­te infa­sti­di­sco­no, segui­ti da inter­sti­zia­li [annun­ci che appai­no pri­ma che si pos­sa visua­liz­za­re il con­te­nu­to desi­de­ra­to] e ban­ner.

Insom­ma, quel che è di valo­re per i deci­sion makers emer­ge con chia­rez­za, anche da que­sto stu­dio. A voi la scel­ta.

content-mktg-professionals

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3086 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento