Post-it

Gli altri gior­ni del­la set­ti­ma­na que­sta rubri­ca è par­te inte­grante di Wolf e dun­que vie­ne pub­bli­cata gra­tui­ta­mente solo il vener­dì. Se non vole­te per­der­vela pote­te abbo­nar­vi per mol­to meno di un caf­fè al gior­no. Per capi­re meglio cosa è Wolf pote­te leg­ge­re cosa dico­no di noi quel­li del­la World Asso­cia­tion of New­spa­pers and News Publi­shers,  con­sul­ta­re gra­tui­ta­men­te lo “spe­cia­le” del 100° nume­ro reso dispo­ni­bi­le gra­tis onli­ne e leg­ge­re cosa ne pen­sa una nostra abbo­na­ta. Infi­ne, non più tar­di di ieri, il Cor­rie­re del­la Sera ha inse­ri­to Wolf nell’olimpo del­le new­slet­ter inter­na­zio­na­li.

Una sele­zione ragio­nata del­le noti­zie di oggi su media, gior­na­li­smi e comu­ni­ca­zione da non per­dere.

  • Lin­ke­dIn Spie­ga­to Bene — Lin­ke­dIn pre­me l’acceleratore sull’Italia e dichia­ra 10 milio­ni di iscrit­ti. Pec­ca­to che il social net­work pro­fes­sio­na­le per eccel­len­za abbia un gros­so pro­ble­ma pro­prio nel gap tra uten­ti iscrit­ti ed atti­vi.  Infat­ti, giu­sta­men­te, Mar­cel­lo Alber­go­ni, coun­try mana­ger di Lin­ke­dIn Ita­lia, in un’intervista al Cor­rie­re del­la Sera, tra le altre cose, dichia­ra che: «[…] la com­po­nen­te social è mol­to impor­tan­te. Ci sono i grup­pi di discus­sio­ne, che per­met­to­no di par­te­ci­pa­re a dibat­ti­ti su temi di natu­ra pro­fes­sio­na­le, ma c’è anche la pos­si­bi­li­tà di con­di­vi­de­re con­te­nu­ti e link. Non biso­gne­reb­be tra­scu­ra­re que­sto aspet­to di Lin­ke­dIn». In altre paro­le, quel che scri­ve­vo al riguar­do ad ini­zio 2016. To be con­ti­nued…
  • Fine­gil Pun­ta Sul­la Mem­ber­ship — Le testa­te loca­li del Grup­po Espres­so-Repub­bli­ca si appre­sta a vara­re un pro­get­to di mem­ber­ship per alcu­ne del­le 14 testa­te. Lo spie­ga in un’intervista a Ita­lia Oggi il diret­to­re edi­to­ria­le Rober­to Ber­na­bò.  L’obiettivo per l’editrice gui­da­ta dall’a.d. Moni­ca Mon­dar­di­ni e pre­sie­du­ta da Car­lo De Bene­det­ti è veri­fi­ca­re la pos­si­bi­li­tà di spe­ri­men­ta­re in qual­che gior­na­le un club di let­to­ri entro il 2017, pro­po­nen­do ai cit­ta­di­ni una for­mu­la di mem­ber­ship [o ade­sio­ne a paga­men­to] con tan­to di con­te­nu­ti, ser­vi­zi riser­va­ti e per l’appunto ini­zia­ti­ve sul ter­ri­to­rio. Un po’ quel­lo che ha fat­to, in ter­mi­ni di mem­ber­ship, il Guar­dian in Gran Bre­ta­gna anche se «all’estero non man­ca­no esem­pi di ini­zia­ti­ve ana­lo­ghe sul ter­ri­to­rio», pre­ci­sa Ber­na­bò. Come spie­ga­vo recen­te­men­te in un work­shop sull’argomento, un mez­zo è un club. Un mar­chio ed uno spa­zio con­di­vi­so con un alto valo­re per i pro­pri part­ner, in ter­mi­ni sia mora­li che di sod­di­sfa­zio­ne mate­ria­le. Il busi­ness è nel data­ba­se e la red­di­ti­vi­tà di un pub­bli­co fede­le e coin­vol­to. I con­te­nu­ti sono la base, la repu­ta­zio­ne e la comu­ni­tà, le chia­vi del suc­ces­so. Ovvia­men­te è fon­da­men­ta­le il mix cor­ret­to dei diver­si ingre­dien­ti e “sha­ke­ra­re” con cura.
  • Social Media Mar­ke­ting — Il 16 e 17 dicem­bre, a Roma, Ric­car­do Luna, diret­to­re di AGI di fre­sca nomi­na, e il sot­to­scrit­to ter­ran­no un work­shop su social media mar­ke­ting. Alla fine del work­shop, sele­zio­ne­rò uno dei par­te­ci­pan­ti che svol­ge­rà due mesi di col­la­bo­ra­zio­ne in reda­zio­ne pres­so TPI per met­te­re in pra­ti­ca quan­to impa­ra­to e ave­re la pos­si­bi­li­tà di fare il social media mana­ger in un vero quo­ti­dia­no. Il par­te­ci­pan­te sele­zio­na­to ver­rà retri­bui­to con 800€, ver­rà segui­to dal­la reda­zio­ne di TPI e, due vol­te al mese, anche dal sot­to­scrit­to nel cor­so dei due mesi di col­la­bo­ra­zio­ne al gior­na­le con rag­giun­gi­men­to di obiet­ti­vi. Un’occasione da NON per­de­re!!!
  • I Paz­zi Apro­no le Vie che Poi Per­cor­ro­no i Savi — La fra­se, attri­bui­ta a Car­lo Dos­si in Note azzur­re, 1870/1907 [postu­mo 1912/64], potreb­be ben adat­tar­si a chi deci­de di apri­re una casa edi­tri­ce nel 2016. A pro­va­re a dimo­strar­lo sono in tan­ti. Sia nel medio che nel pic­co­lo. E dopo le espe­rien­ze arti­gia­na­li di edi­to­ri di altis­si­ma qua­li­tà come Hen­ry Bey­le o Ner­vi, ora si aggiun­ge un’altra avven­tu­ra di que­sto tipo. Si chia­ma De Pian­te, è sta­ta fon­da­ta dall’imprenditrice Cri­sti­na Tof­fo­lo De Pian­te e con­ta sui gior­na­li­sti Lui­gi Masche­ro­ni e Ange­lo Cre­spi per la cura­te­la edi­to­ria­le. È pro­prio quest’ultimo a spie­ga­re che: «quel­la che chia­mia­mo cri­si del libro e del­la let­tu­ra è soprat­tut­to una cri­si dei model­li di distri­bu­zio­ne. E infat­ti a dimo­strar­lo ci sono tan­te avven­tu­re edi­to­ria­li che pun­ta­no sul pro­dot­to libro e sul­la qua­li­tà dell’offerta cul­tu­ra­le». Mi pia­ce.
  • Un Mon­do di Espe­rien­ze — Airbnb lan­cia il nuo­vo sito. Non si trat­ta del soli­to resty­ling, di una sem­pli­ce rivi­si­ta­zio­ne gra­fi­ca come avvie­ne di soli­to in que­sti casi ma di una vera e pro­pria “rivo­lu­zio­ne” in ter­mi­ni di posi­zio­na­men­to di mar­ca e di rela­ti­va pro­po­sta di offer­ta. Infat­ti il con­cet­to chia­ve attor­no al qua­le ruo­ta la nuo­va pro­po­sta del por­ta­le di allog­gi per bre­vi perio­di ruo­ta attor­no all’idea di vive­re del­le espe­rien­ze. Idea che vie­ne poi decli­na­ta in ter­mi­ni di arte & desi­gn, di moda, di sti­li di vita e per­si­no di sto­ria [e mol­to altro anco­ra]. Pren­de­te­vi il tem­po neces­sa­rio a stu­diar­lo con atten­zio­ne per com­pren­de­re come si fa una buo­na archit­tet­tu­ra di mar­ca e come poi se ne decli­na la brand per­so­na­li­ty, con­cet­to che tra­va­li­ca la “vec­chia idea” di brand posi­tio­ning . Ne vale la pena, garan­ti­sco [via].
  • Pre­si­dio del­le Nic­chie di Mer­ca­to — Noti­zie sen­za valo­re, bufa­le che infe­sta­no la Rete a cac­cia di clic. A lan­cia­re la sfi­da all’inquinamento dell’informazione è Axios, una start-up idea­ta dai fon­da­to­ri di Poli­ti­co, tra le testa­te ame­ri­ca­ne di mag­gio­re suc­ces­so degli ulti­mi 10 anni. Jim Van­de­Hei e Mike Allen han­no sve­la­to a Vani­ty Fair il pro­get­to che sarà lan­cia­to a gen­na­io e che ha rac­col­to finan­zia­men­ti per 10 milio­ni di dol­la­ri.  Axios, nel­la sua ver­sio­ne base, sarà gra­tui­to. Ana­li­si e appro­fon­di­men­ti desti­na­ti ad azien­de e pro­fes­sio­ni­sti avran­no un costo di alme­no 10mila dol­la­ri l’anno ad abbo­na­men­to. Sem­pre rivol­te alle azien­de sono le new­slet­ter, mail con noti­zie sele­zio­na­te, quel­la pri­ma for­ma di infor­ma­zio­ne onli­ne che ha risco­per­to negli ulti­mi tem­pi nuo­va vita, come noi di Wolf sap­pia­mo mol­to bene. I fon­da­to­ri di Axios pro­met­to­no arti­co­li bre­vi, agi­li, ma allo stes­so tem­po chia­ri e appro­fon­di­ti su busi­ness, tec­no­lo­gia, poli­ti­ca e trend nel mon­do dell’informazione. Il tut­to vei­co­la­to attra­ver­so l’ecosistema dei social net­work. Non ci saran­no popup né ban­ner pub­bli­ci­ta­ri. Inol­tre, la gra­fi­ca sarà cura­ta dal guru del desi­gn Ale­xis Lloyd che ha pro­mes­so una “effi­cien­za ele­gan­te” del sito e dell’app di Axios. Per appro­fon­di­re è pos­si­bi­le vede­re il video dell’intervista a Van­de­Hei pub­bli­ca­to da Reco­de.
  • Tute­la del Plu­ra­li­smo e Futu­ro dell’Informazione — Lega­coop Roma­gna e Media­coop – l’associazione nazio­na­le del­le coo­pe­ra­ti­ve gior­na­li­sti­che di Lega­coop – orga­niz­za­no un’iniziativa per fare il pun­to sul­le nume­ro­se novi­tà che attra­ver­sa­no la filie­ra dei media e del­la comu­ni­ca­zio­ne, dal­la rifor­ma nazio­na­le fino alla nascen­te leg­ge regio­na­le per il soste­gno all’editoria loca­le. L’appuntamento è per oggi dicem­bre alle 14.30 a Palaz­zo Roma­gno­li, a For­lì. Anco­ra una vol­ta sono sta­to incau­ta­men­te invi­ta­to come rela­to­re per fare l’analisi di con­te­sto e, ancor più incau­ta­men­te, inter­vi­sta­to sul tema. Ci vedia­mo lì?

influencer-marketing-matters-to-brands

 

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3101 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento