Post-it

Una sele­zione ragio­nata delle noti­zie di oggi su media, gior­na­li­smi e comu­ni­ca­zione da non per­dere. Gli altri giorni della settimana que­sta rubrica è parte inte­grante di Wolf e dun­que viene pub­bli­cata gra­tui­ta­mente solo il venerdì. Se non volete per­der­vela potete abbonarvi per molto meno di un caffè al giorno. Per capire meglio cosa è Wolf potete leggere cosa dicono di noi quelli della World Association of Newspapers and News Publishers e consultare gratuitamente lo “speciale” del 100° numero reso disponibile gratis online.

  • Pinterest – Pinterest annuncia di aver raggiunto il traguardo di 150 milioni di utenti attivi nel mese. Secondo quanto dichiarato, di questi più della metà: 80 milioni di persone, sono extra USA. Il social che si definisce “Il catalogo mondiale delle idee” continua ad avere una popolazione prevalentemente femminile con il 60% dei nuovi iscritti che sono donne. Un’occhiata ai trending topic del mese lo conferma decisamente.
  • Google News – Nel bel mezzo di una elezione presidenziale in cui realtà e finzione hanno spesso si confondono, Google News ha introdotto una nuova funzionalità di fact checking nei risultati di ricerca per le notizie. Lanciato ieri, il check appare ora come una tag, un’etichetta tra i risultati di ricerca di notizie. Google News collega algoritmicamente articoli sui fatti controllando con le notizie in tempo reale in parte sulla base di un processo definito chiamato “Claim Review” . In Google News, le etichette di notizia verificata sono visibili nella casella espansa sul sito Google News, su entrambe le applicazioni iOS e Android. La nuova caratteristica è al momento disponibile solo per gli utenti negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Speriamo arrivi il prima possibile anche nel nostro Paese, ne abbiamo un gran bisogno.
  • La GdF Sbircia su Facebook – Secondo quanto riportato, I controlli della Guardia di finanza saranno innescati anche da visure effettuate sulle pagine Facebook o di altri social network, dalle quali i militari potranno dedurre tenori di vita e capacità d’acquisto incompatibili con quanto dichiarato e pagato all’erario. Ad affermarlo il comandante generale del Corpo, Giorgio Toschi, nell’audizione presso la commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria. Con la generale iper-rappresentazione del se che c’è su molti social non credo che potranno trovare indicatori sufficientemente attendibili.
  • Inondati dal TalentoScrive Paolo Barberis, Consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio , che sono oltre 3.500 i curricula arrivati in 12 giorni al Team per la Trasformazione Digitale per le ricerche aperte un paio di giorni fa. Per un posto da cassiera alla Coop ne arrivano decisamente di più di CV e con i numeri che cita Barberis il lavoro di selezione sarà abbastanza facile, almeno nella prima scrematura iniziale. Escluderei infatti che in Italia vi sia più di un decimo di persone del numero di curricula inviati ad avere realmente le competenze richieste e certamente alcuni tra quelli che le hanno sono già impegnati. Buon lavoro.
  • Internet NON è un Media – Mario Tedeschini Lalli interviene sulla questione  dei [puerili] tentativi di discutere, giudicare o legiferare intorno al mondo digitale. Da incorniciare la frase finale: «In Italia specialmente, dove ancora si pensa a Internet solo in termini di media e dove i media – quelli “veri”, tradizionali – in gran parte non riescono a pensarsi in un contesto diverso da quello che hanno sempre conosciuto che è – alla fine – un contesto di controllo, ben diverso dalla cultura politico-giuridica americana. E infatti lì non si nega l’esistenza di problemi diversi in contesti diversi, ma ci si attrezza culturalmente e politicamente per affrontarli, nella consapevolezza che la “stampa” (intesa come mondo del giornalismo) ha un interesse condiviso con gli altri portatori di interessi nel mantenere ed accrescere i margini di libertà, mentre sembra che il mondo del giornalismo in queste discussioni si ritrovi sempre più spesso dalla parte di chi invoca controlli, piuttosto che libertà».
  • Ipse Dixit – Federico Badaloni, pubblicamente, parla poco, o comunque molto meno di altri, ma quando lo fa ascoltarlo è veramente un piacere. Intervistato dall’ Unione Cattolica Stampa Italiana, spiega: «Oggi dobbiamo concentrarci con altrettanta intensità sul mettere in relazione, non soltanto sul produrre pezzi, articoli o servizi. Mettere in relazione vuol dire per esempio sfruttare quello che già esiste fatto da altri, perché continuiamo a essere giornalisti anche nello scegliere, e quello che noi stessi abbiamo fatto in precedenza, per rimetterlo a sistema all’interno di una narrazione». Esattamente quel che intendevo quando parlavo di “giornalismo 2.0”.
  • Digital Transformation per il Vaticano – Il Vaticano modernizza la propria strategia di comunicazione mediatica, e realizzerà un “content hub multimediale” che avrà il proprio asse portante nell’accorpamento di Radio Vaticana con il Centro televisivo vaticano, e a breve in arrivo anche app e podcast. «E’ possibile avere una comunicazione più adeguata della Santa Sede? E’ possibile una riforma senza licenziare personale? E’ possibile avere una riduzione dei costi?». Queste le domande da cui gli addetti ai lavori del Vaticano sono partiti per l’ideazione della nuova organizzazione. Insegnamento molto interessante anche per i publisher laici.

 

properties-comscore

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.