ChartaMente

Hanapin ha pubblicato il report  “State of PPC report 2016-2017”. Lo studio indaga sulle propensioni agli investimenti in digital marketing da parte delle imprese.

Se si esclude la search a pagamento, che da sempre costituisce una quota rilevante degli investimenti pubblicitari online, e genericamente il mobile, che come noto è un segmento in forte espansione, si conferma la “facebookcrazia” che avevamo evidenziato nei giorni scorsi.

Twitter, Pinterest e Snapchat, che si appresta a diventare una delle OPA di maggior valore tra le tech companies, al momento sembrano interessare agenzie e marketers meno di altri canali, di altri medium.

Una cosa appare certa, i social, a cominciare da Facebook naturalmente, sono sempre più paid media e sempre meno earned media.

investimenti-digital-marketing

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.