ChartaMente

Pubblicati i dati dell’indagine Audipress 2016/II.  Per l’edizione Audipress 2016/II sono state eseguite 47.393 interviste personali su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 14 anni e oltre, condotte con il sistema CAPI Doppio Schermo, lungo un calendario di rilevazione di 38 settimane complessive, dal 14 settembre 2015 al 10 luglio 2016. Gli Istituti esecutori del field sono Doxa ed Ipsos; il disegno del campione e l’elaborazione dei dati sono stati effettuati da Doxa.

Analizzando i dati emergenti dall’indagine la principale considerazione possibile è che il digitale non sfonda, anzi. Infatti, se superano i 27.5 milioni le letture che ogni giorno coinvolgono le testate quotidiane, con 18.085.000 lettori al netto delle duplicazioni[- 2.1 vs Audipress 2016/I], mentre ogni settimana si raggiungono in media per le testate settimanali circa 27,4 milioni di letture, con 15.983.000 lettori netti [- 1.8%] e ogni mese più di 27,5 milioni di letture per le testate mensili, con 14.835.000 lettori netti [- 2%], analizzando il dettaglio dei dati emerge come i lettori della versione digitale siano una assoluta minoranza pressoché irrilevante.

Per quanto riguarda i quotidiani dei 18.085.000 nel giorno medio 17.555.000 sono lettori della versione cartacea e 853mila quelli della “replica digitale”, pari al 4.7% del totale del lettorato. Lo stesso dicasi per i settimanali che 15.884.000 lettori della versione cartacea e solamente 198mila della versione digitale [1.2%]. Non cambia la situazione neppure per i mensili 14.674.000 lettori di riviste in formato cartaceo e 360mila, pari al 2.4%, nel formato digitale.

Si evidenzia infine come, in barba a coloro che sostengono che la rovina dei giornali sia Internet ed il “tutto gratis”, per i quotidiani la maggioranza assoluta, il 55.8% delle persone non ha acquistato, non ha pagato, ciò che legge.

audipress-2016_ii

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.