Social Media & News

L’American Press Insti­tu­te ha pub­bli­ca­to nei gior­ni scor­si il rap­por­to “What makes peo­ple tru­st news”, rea­liz­za­to in col­la­bo­ra­zio­ne con the Asso­cia­ted Press-NORC Cen­ter for Public Affairs Research. L’indagine, svol­ta tra il 18 feb­bra­io ed il 6 mar­zo 2016,  dimo­stra che la fidu­cia e l’affidabilità del­le noti­zie pos­so­no esse­re sud­di­vi­si in fat­to­ri spe­ci­fi­ci che gli edi­to­ri pos­so­no imple­men­ta­re ed i con­su­ma­to­ri pos­so­no rico­no­sce­re. Lo stu­dio rile­va inol­tre che nell’era digi­ta­le, mol­ti nuo­vi fat­to­ri in gran par­te non esa­mi­na­ti pre­ce­den­te­men­te — come l’invadenza di annun­ci, la navi­ga­bi­li­tà [aka user expe­rien­ce], i tem­pi di cari­ca­men­to — sono fon­da­men­ta­li nel deter­mi­na­re se le per­so­ne con­si­de­ra­no un edi­to­re com­pe­ten­te e degno di fidu­cia.

Fattori per Fiducia News

Il report, tra le altre cose, con­tie­ne anche una sezio­ne dedi­ca­ta ai social come fon­te d’informazione ed al livel­lo di fidu­cia da par­te del­le per­so­ne per le noti­zie tro­va­te su cia­scun social media/network. Aspet­ti che nell’era dei media “sen­za fis­sa dimo­ra” sono di asso­lu­ta rile­van­za.

Le news inve­ce diven­ta­no sem­pre più solo una for­ma di con­te­nu­to che fa par­te di un più ampio flus­so socia­le, e vie­ne incon­tra­to come par­te di col­le­ga­men­to con la gen­te in gene­ra­le. La noti­zia è sta­ta anche “ato­miz­za­ta” nei social media, il che signi­fi­ca che le per­so­ne incon­tra­no una sto­ria da una fon­te di noti­zie mesco­la­to con con­te­nu­ti pro­ve­nien­ti da mol­te altre fon­ti, un modo mol­to diver­so dal guar­da­re un tele­gior­na­le o dal­la let­tu­ra di rivi­ste e/o gior­na­li, dove tut­to il con­te­nu­to pro­vie­ne dal­la stes­sa fon­te.

Cir­ca la metà degli ame­ri­ca­ni [51 per cen­to] otten­go­no noti­zie dai social media. Face­book è di gran lun­ga la fon­te più popo­la­re rete [87% di tut­ti gli adul­ti che rice­vo­no noti­zie sui social media dico­no che rice­vo­no infor­ma­zio­ni là], segui­ta da You­Tu­be [21%], Twit­ter [18%] e Insta­gram [13 per cen­to]. Meno del 5% di colo­ro che otten­go­no le noti­zie sui social media cita­no Lin­ke­dIn o Sna­p­chat come una del­le loro pri­me due piat­ta­for­me.

Fonti di Notizie Social

Com­ples­si­va­men­te meno di 1 per­so­na su 4 si fida del­le noti­zie sui social. Que­sto nume­ro varia da un mini­mo del 12% per quan­to riguar­da Face­book al 23% di Lin­ke­dIn. La mag­gior par­te del­le per­so­ne, indi­scri­mi­na­ta­men­te per tut­te le reti socia­li, dico­no che si fida­no del­le infor­ma­zio­ni solo un po’.

È que­sto che sfug­ge ai publi­sher che con­ti­nua­no a con­si­de­ra­re i social pre­va­len­te­men­te con una fon­te di traf­fi­co o, det­to in manie­ra più “evo­lu­ta”, come piat­ta­for­me di distri­bu­zio­ne. Il con­te­sto valo­riz­za, o svi­li­sce, il mes­sag­gio. È, anche, per que­sto che non di pos­so­no e non si devo­no con­si­de­ra­re i social come una “disca­ri­ca di link”. Non c’è biso­gno di rifar­si alle note teo­rie di Mar­shall McLu­han per ricor­dar­se­lo ma basta, banal­men­te, sfo­glia­re, a tito­lo, esem­pli­fi­ca­ti­vo, il Wall Street Jour­nal e, per con­tro, Mil­lio­nai­re per vede­re qua­li mar­che sono inser­zio­ni­sti. Non è solo que­stio­ne di “tar­get” ma anche di con­te­sto che valo­riz­za o, appun­to, svi­li­sce, il brand, sem­pli­fi­can­do.

Fiducia Social Notizie

Quan­to i con­su­ma­to­ri di noti­zie attra­ver­so i social media si fidi­di­no di un deter­mi­na­to ele­men­to dipen­de da diver­si fat­to­ri. Il più impor­tan­te di que­sti è la fon­te ori­gi­na­le che ha pro­dot­to il con­te­nu­to. Qua­si 7 su 10 di colo­ro che otten­go­no le noti­zie su Face­book [66%] cita­no que­sto come un fat­to­re cri­ti­co nel­la loro deci­sio­ne di fidar­si del con­te­nu­to. Sei su 10 [62%] dico­no così per Twit­ter e un po’ meno [57%] per You­Tu­be.

La repu­ta­zio­ne del­la per­so­na che ha con­di­vi­so l’informazione è un fat­to­re cita­to meno fre­quen­te­men­te, anche se di peso non tra­scu­ra­bi­le. Infat­ti, que­sto ele­men­to è mol­to impor­tan­te per poco meno del­la metà degli uten­ti di mag­gior par­te del­le reti.

La popo­la­ri­tà del post stes­so, quan­te per­so­ne han­no con­di­vi­so, è pia­ciu­to o com­men­ta­to, fa ben poco per influen­za­re la fidu­cia. Visto il con­sue­to chiac­chie­ric­cio di bas­so livel­lo sui cam­bia­men­ti del new­sfeed di Face­book, vale la pena di nota­re come sola­men­te cir­ca 1 per­so­na su 5 dice che il nume­ro di altre per­so­ne a cui è pia­ciu­to o che han­no con­di­vi­so, ret­wit­ta­to o com­men­ta­to un pez­zo di noti­zie e infor­ma­zio­ni impat­ta sul­la loro fidu­cia nel­le infor­ma­zio­ni.

Indi­ca­zio­ni fon­da­men­ta­li per un’eco­lo­gia dei social media.

Fiducia Fonti

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3086 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

1 Trackback & Pingback

  1. La fiducia dei lettori per le news passa dai social | magzine

Lascia un commento