Social Media & News

L’American Press Institute ha pubblicato nei giorni scorsi il rapporto “What makes people trust news”, realizzato in collaborazione con the Associated Press-NORC Center for Public Affairs Research. L’indagine, svolta tra il 18 febbraio ed il 6 marzo 2016,  dimostra che la fiducia e l’affidabilità delle notizie possono essere suddivisi in fattori specifici che gli editori possono implementare ed i consumatori possono riconoscere. Lo studio rileva inoltre che nell’era digitale, molti nuovi fattori in gran parte non esaminati precedentemente – come l’invadenza di annunci, la navigabilità [aka user experience], i tempi di caricamento – sono fondamentali nel determinare se le persone considerano un editore competente e degno di fiducia.

Fattori per Fiducia News

Il report, tra le altre cose, contiene anche una sezione dedicata ai social come fonte d’informazione ed al livello di fiducia da parte delle persone per le notizie trovate su ciascun social media/network. Aspetti che nell’era dei media “senza fissa dimora” sono di assoluta rilevanza.

Le news invece diventano sempre più solo una forma di contenuto che fa parte di un più ampio flusso sociale, e viene incontrato come parte di collegamento con la gente in generale. La notizia è stata anche “atomizzata” nei social media, il che significa che le persone incontrano una storia da una fonte di notizie mescolato con contenuti provenienti da molte altre fonti, un modo molto diverso dal guardare un telegiornale o dalla lettura di riviste e/o giornali, dove tutto il contenuto proviene dalla stessa fonte.

Circa la metà degli americani [51 per cento] ottengono notizie dai social media. Facebook è di gran lunga la fonte più popolare rete [87% di tutti gli adulti che ricevono notizie sui social media dicono che ricevono informazioni là], seguita da YouTube [21%], Twitter [18%] e Instagram [13 per cento]. Meno del 5% di coloro che ottengono le notizie sui social media citano LinkedIn o Snapchat come una delle loro prime due piattaforme.

Fonti di Notizie Social

Complessivamente meno di 1 persona su 4 si fida delle notizie sui social. Questo numero varia da un minimo del 12% per quanto riguarda Facebook al 23% di LinkedIn. La maggior parte delle persone, indiscriminatamente per tutte le reti sociali, dicono che si fidano delle informazioni solo un po’.

È questo che sfugge ai publisher che continuano a considerare i social prevalentemente con una fonte di traffico o, detto in maniera più “evoluta”, come piattaforme di distribuzione. Il contesto valorizza, o svilisce, il messaggio. È, anche, per questo che non di possono e non si devono considerare i social come una “discarica di link”. Non c’è bisogno di rifarsi alle note teorie di Marshall McLuhan per ricordarselo ma basta, banalmente, sfogliare, a titolo, esemplificativo, il Wall Street Journal e, per contro, Millionaire per vedere quali marche sono inserzionisti. Non è solo questione di “target” ma anche di contesto che valorizza o, appunto, svilisce, il brand, semplificando.

Fiducia Social Notizie

Quanto i consumatori di notizie attraverso i social media si fididino di un determinato elemento dipende da diversi fattori. Il più importante di questi è la fonte originale che ha prodotto il contenuto. Quasi 7 su 10 di coloro che ottengono le notizie su Facebook [66%] citano questo come un fattore critico nella loro decisione di fidarsi del contenuto. Sei su 10 [62%] dicono così per Twitter e un po’ meno [57%] per YouTube.

La reputazione della persona che ha condiviso l’informazione è un fattore citato meno frequentemente, anche se di peso non trascurabile. Infatti, questo elemento è molto importante per poco meno della metà degli utenti di maggior parte delle reti.

La popolarità del post stesso, quante persone hanno condiviso, è piaciuto o commentato, fa ben poco per influenzare la fiducia. Visto il consueto chiacchiericcio di basso livello sui cambiamenti del newsfeed di Facebook, vale la pena di notare come solamente circa 1 persona su 5 dice che il numero di altre persone a cui è piaciuto o che hanno condiviso, retwittato o commentato un pezzo di notizie e informazioni impatta sulla loro fiducia nelle informazioni.

Indicazioni fondamentali per un’ecologia dei social media.

Fiducia Fonti

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3057 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

1 Trackback & Pingback

  1. La fiducia dei lettori per le news passa dai social | magzine

Lascia un commento