Lettori di Quotidiani & Riviste su Internet

Se già dall’analisi dei trend delle prime dieci fonti d’informazione online nel nostro Paese emergevano elementi di seria preoccupazione, arrivano ora altri dati che completano il quadro aggiungendo elementi macro tutt’altro che rassicuranti.

Nel rapporto “Noi Italia 2016” pubblicato di recente, tra i tanti dati d’interesse vi sono anche quelli relativi ai lettori di quotidiani e riviste su Internet. I dati sono relativi al numero di persone sopra i sei anni di età che hanno usato Internet negli ultimi 3 mesi per leggere giornali, news o riviste per cento persone di sei anni o più, e mostrano la tendenza in tal senso dell’ultimo decennio.

Dopo anni di crescita costante, e due incrementi significativi tra il 2011 ed il 2010 e tra il 2013 ed il 2012, sia nel 2014 che nel 2015, pur comprendendo tutti coloro che non possono certamente essere definiti lettori abituali, la fruizione di informazione in Rete cala di circa tre punti negli ultimi due anni.

Parrebbe quasi che dopo un ampliamento dell’audience una parte di questa sia rimasta delusa dalla prova del prodotto, dal tipo di informazione, ed abbia deciso di non tornare a fruirne. Aspetto che viste le cattive pratiche tra fotogallery da 50 click e storie di gattini e farfalline, per così dire, imperanti sulla stragrande maggioranza dei siti d’informazione del nostro Paese non sorprende, diciamo.

Un campanello d’allarme che suona forte, meglio ascoltarlo.

Lettori di Quotidiani & Riviste Online

Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.