ChartaMente

Le Vendite dei Quotidiani a Febbraio 2016 Vs Febbraio 2015

Ogni mese quando vengono diffusi i dati ADS delle diverse testate si assiste ad una penosa gara di “celolunghismo” in cui ogni quotidiano gira i dati a proprio favore prendendo un parametro piuttosto che un altro per affermare trionfalmente di essere il primo giornale per vendite. A questo si aggiungono anche alcune testate specializzate che invece delle vendite prendono le diffusioni magari dimenticandosi, diciamo, che esistono, da tempo ormai, anche le copie digitali.

Per provare a fare chiarezza, per quanto possibile, abbiamo preso le vendite, quello che i lettori pagano, sia dell’edizione cartacea che di quella digitale, del febbraio 2016 comparandole con il mese corrispondente dell’anno precedente per i quotidiani nazionali o pluriregionali. Per i quotidiani sportivi sono stati presi i dati relativi alle edizioni non delle lunedì che ADS evidenzia separatamente.

Come mostra il grafico sottostante sono solo tre i quotidiani che sommando le vendite in entrambi i formati crescono: Corsera, Sole24Ore e, seppur di poco, Tuttosport. Sostanzialmente stabili le vendite del quotidiano cattolico Avvenire, in calo tutti gli altri ai quali evidentemente le vendite delle copie digitali non bastano per recuperare il calo della versione cartacea.

È il quotidiano sportivo Corriere dello Sport – Stadio a subire il calo più rilevante con 39.274 copie in meno rispetto al febbraio 2015. Repubblica registra una perdita di ben 33.937 copie, ma anche la Gazzetta dello Sport e la Stampa hanno perdite di circa 20mila copie cadauno.

Infine, si segnala che sia Il Foglio che l’Unità non hanno dati ADS, certamente non un buon segnale di trasparenza considerando che entrambi i quotidiani in passato hanno goduto di contributi pubblici ingenti.

Vendita Quotidiani Febb 2016

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3057 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento