Report Buzz Social #IJF16

Si è con­clu­sa ieri in tar­da sera­ta la cin­que gior­ni dedi­ca­ta a media, gior­na­li­smi e comu­ni­ca­zio­ne del­la deci­ma edi­zio­ne del Festi­val Inter­na­zio­na­le del Gior­na­li­smo, con la pro­ie­zio­ne del plu­ri­pre­mia­to film docu­men­ta­rio How to Chan­ge the World sul­le ori­gi­ni e la sto­ria di Green­pea­ce, pre­sen­ta­to da Andrea Pin­che­ra, diret­to­re del­la comu­ni­ca­zio­ne di Green­pea­ce Ita­ly.

Tiria­mo le fila di quel­lo che è sta­to il buzz su Twit­ter ed Insta­gram duran­te la mani­fe­sta­zio­ne.

Sono sta­ti 46.453 i tweet con l’hashtag uffi­cia­le #ijf16. Come era natu­ra­le atten­der­si il pic­co mas­si­mo è sta­to rag­giun­to nel­la gior­na­ta di saba­to 10 apri­le con 13.167 tweet. Poco meno di 10mila i con­tri­bu­tors che han­no twit­ta­to per una reach di 73 milio­ni di uten­ti e 482.4 milio­ni di impres­sion, teo­ri­che.

A tene­re ban­co sono sta­ti i ret­weet che pesa­no il 58.7% del tota­le men­tre quel­li ori­gi­na­li sono sta­ti il 39%, pari a 18.539. Com­ples­si­va­men­te le reply sono sta­te 1.092, pari al 2.3%. Insom­ma si twit­ta e si rilan­cia ma la con­ver­sa­zio­ne è inve­ce scar­sa o nul­la.

Il pic­co mas­si­mo di volu­me del­le con­ver­sa­zio­ni resta, così come per tut­te le gior­na­te pre­ce­den­ti, alle 12:00 atte­stan­do­si a 1.732 tweet il 10/4. Il gra­fi­co sot­to­stan­te rias­su­me l’andamento ora­rio dei tweet rela­ti­vi all’evento.

Buzz Totale ijf16

Top con­tri­bu­tor @EnricoVerga e top influen­cer l’account uffi­cia­le del quo­ti­dia­no anglo­sas­so­ne @guardian. I tre top tweet, per nume­ro di ret­weet, sono sta­ti quel­li di: @fpietrosanti [150 RT e 118 preferiti/mi pia­ce], @iyad_elbaghdadi [126 RT e 95 preferiti/mi pia­ce] e del­la madri­na del­la mani­fe­sta­zio­ne: @_arianna [111 RT e e 126 preferiti/mi pia­ce]. Tut­ti e tre i tweet han­no un con­te­nu­to oltre che gior­na­li­sti­co anche socia­le, aspet­to che non può non far riflet­te­re su qua­le sia il mag­gior dri­ver d’interesse e di enga­ge­ment al di là di tec­ni­ci­smi e tec­no­lo­gie tan­to neces­sa­ri quan­to inu­ti­li se pri­vi dei con­te­nu­ti che stan­no a cuo­re alle per­so­ne.

Di segui­to l’elenco dei top 10 con­tri­bu­tors ed influen­cers su Twit­ter [i dati rela­ti­vi alle impres­sion sono da inten­der­si, come det­to, come oppor­tu­ni­ty to be seen poi­chè, come noto, le visua­liz­za­zio­ni effet­ti­ve sono deci­sa­men­te infe­rio­ri]. Si piaz­za al ter­zo posto nel­la “top ten” dei con­tri­bu­tors l’account uffi­cia­le del festi­val men­tre è a metà clas­si­fi­ca quel­lo di uno dei due main spon­sor. Al riguar­do non si può non rile­va­re come l’altro main spon­sor abbia scel­to di man­te­ne­re il silen­zio anche in que­sta occa­sio­ne, appro­fon­di­rò le moti­va­zio­ni appe­na pos­si­bi­le.

Top Influencers ijf16

Doven­do sce­glie­re uno ed un solo tweet la mia per­so­na­lis­si­ma scel­ta cade su quel­lo del 9 apri­le di ‏@simonespetia, gior­na­li­sta del quo­ti­dia­no eco­no­mi­co-finan­zia­rio di Con­fin­du­stria, che scri­ve: “Secon­da leg­ge di #ijf16: cir­ca il 97% del­le splen­di­de idee che ti sono venu­te in que­sti gior­ni si schian­te­ran­no con­tro il muro del­la real­tà”, ben rias­su­me­do quel­la che è la dico­to­mia che osser­vo dopo aver par­te­ci­pa­to alle ulti­me 8 edi­zio­ni dell’International Jour­na­li­sm Festi­val tra quan­ti si spel­la­no le mani ad applau­di­re quan­to vie­ne det­to duran­te le gior­na­te dei lavo­ri e quan­to poi avvie­ne com­ples­si­va­men­te inve­ce anco­ra oggi nel 99% del­le reda­zio­ni.

Come scri­ve Mario Tede­schi­ni Lal­li, “per for­tu­na c’è quel bene­det­to 3%”, ed infat­ti è noti­zia di ieri che la Stam­pa abbia deci­so di intra­pren­de­re un per­cor­so di cro­wd­sour­cing, di co-crea­zio­ne del quo­ti­dia­no con i pro­pri let­to­ri. Un pri­mo segna­le impor­tan­te che, final­men­te, qual­co­sa si muo­ve al di là del­le paro­le di cir­co­stan­za.

Top Contributors ijf16

Oltre all’hashtag uffi­cia­le del­la mani­fe­sta­zio­ne gli altri più uti­liz­za­ti sono sta­ti: #ener­gy­tel­ling [2576 tweet, inclu­si RT], #Peru­gia [1521 tweet, inclu­si RT],  #Any­thing­To­Say [1011 tweet, inclu­si RT], #gaze­bo [624 tweet, inclu­si RT] e #Eni [571 tweet, inclu­si RT], tag quest’ultima che rac­co­glie mol­te cri­ti­che all’azienda per il suo ope­ra­to. La word cloud sot­to­stan­te rias­su­me tag e ter­mi­ni più usa­ti su Twit­ter.

Word Cloud ijf16

Il sor­pas­so di Insta­gram su Twit­ter che tan­to cla­mo­re ha fat­to nei mesi scor­si non tro­va riscon­tro tra i par­te­ci­pan­ti alla mani­fe­sta­zio­ne. Infat­ti nei cin­que gior­ni dell’evento sono sta­ti sola­men­te 1.200 i con­tri­bu­ti posta­ti da par­te di 488 account, per una reach di 542mila e impres­sion teo­ri­che pari a 1.4 milio­ni. Top con­tri­bu­tor su Insta­gram è Focus On IJF, che ha ritrat­to i vol­ti più noti pre­sen­ti al festi­val,  men­tre resta, così come era ieri, top influen­cer Nico­la Car­mi­gna­ni.

Nei pros­si­mi gior­ni pub­bli­che­re­mo i risul­ta­ti del lavo­ro svol­to duran­te “Hack the Money“ con dati dav­ve­ro inte­res­san­ti, come si suol dire stay tuned. Si rin­gra­zia Data­ly­tics per aver­ci mes­so a dispo­si­zio­ne il pro­prio tool di moni­to­rag­gio per fare que­ste ana­li­si.

Buzz Instagram ijf16

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3101 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

2 Trackback & Pingback

  1. I Numeri del 10° International Journalism Festival - DataMediaHub
  2. Analisi dei Media al Festival del Giornalismo | Waypress Media Monitoring

Lascia un commento