Digital Media in 7 Charts

Il World Eco­no­mic Forum ha pub­bli­ca­to il rap­por­to “Digi­tal Media and Socie­ty”. Lo stu­dio, effet­tua­to ad otto­bre 2015, pren­de in esa­me l’impatto ed i com­por­ta­men­ti e le impli­ca­zio­ni dei media digi­ta­li per le per­so­ne nel­la vita di tut­ti i gior­ni.

Il report nasce da un cam­pio­ne rap­pre­sen­ta­ti­vo del­la popo­la­zio­ne onli­ne di cin­que nazio­ni: USA, Ger­ma­nia, Bra­si­le, Cina e Sud Afri­ca, e inter­vi­ste con­dot­te duran­te il World Eco­no­mic Forum. Anche se i risul­ta­ti non sono onni­com­pren­si­vi e diret­ta­men­te esten­di­bi­li al nostro Pae­se, for­ni­sco­no comun­que una buo­na foto­gra­fia degli svi­lup­pi più rile­van­ti dei digi­tal media e del­le rela­ti­ve impli­ca­zio­ni.

Abbia­mo estra­po­la­to le tabel­le dei dati con­te­nu­ti come appen­di­ce allo stu­dio per rea­liz­za­re del­le info­gra­fi­che che con­sen­ta­no di apprez­za­re i prin­ci­pa­li risul­ta­ti emer­gen­ti a col­po d’occhio. Come d’abitudine si con­si­glia cal­da­men­te la let­tu­ra inte­gra­le del rap­por­to al di là del­la nostra sin­te­si.

Con­su­mo dei Media per Devi­ce

Nel con­su­mo inten­so [più di 14 ore set­ti­ma­na­li] il PC resta sovra­no al 47% sor­pas­san­do la TV [24%] che è anche bat­tu­ta dagli smart­pho­ne al 37%. Il “second screen” è sem­pre meno secon­do ed ovvia­men­te le impli­ca­zio­ni per i broa­d­ca­ster ed il loro model­lo di busi­ness sono facil­men­te intui­bi­li.

Consumo dei Media

Tem­po Spe­so per Tipo di Atti­vi­tà

Lavo­ro ed intrat­te­ni­men­to [ascol­ta­re musi­ca, vede­re un film, video­ga­ming] sono le due atti­vi­tà più popo­la­ri. Il con­su­mo di news si col­lo­ca al penul­ti­mo posto pri­ma del­lo shop­ping onli­ne.

Tempo Speso

Moti­va­zio­ne alla Con­di­vi­sio­ne Onli­ne di Con­te­nu­ti

Diver­ti­men­to ed uti­li­tà sono le prin­ci­pa­li moti­va­zio­ni per la con­di­vi­sio­ne di con­te­nu­ti onli­ne ma spic­ca­no anche da un lato il biso­gno di appro­va­zio­ne socia­le [sareb­be popo­la­re tra i miei con­tat­ti] e quel­lo di affer­ma­zio­ne del prprio pun­to di vista. Indi­ca­zio­ni di asso­lu­to inte­res­se per la gestio­ne dei social.

 Motivazione Condivisione Contenuti

Moti­va­zio­ne alla Crea­zio­ne di Con­te­nu­ti Onli­ne

Rispet­to alle moti­va­zio­ni per la con­di­vi­sio­ne dei con­te­nu­ti, cam­bia l’ordine del­le prio­ri­tà tra colo­ro che inve­ce crea­no con­te­nu­ti [una asso­lu­ta mino­ran­za, come noto]. Al pri­mo posto si col­lo­ca infat­ti l’affermare la pro­pria opi­nio­ne segui­to dal­la rile­van­za dei fat­ti che però ine­vi­ta­bil­men­te ha una for­te com­po­nen­te sog­get­ti­va.

Motivazione Creazione Contenuti

Influen­cer — Per­so­ne che Han­no Influen­za sul Rispon­den­te

La comu­ni­ca­zio­ne tra pari, sia­no que­sti il part­ner o gli ami­ci, si con­fer­ma anco­ra una vol­ta esse­re il prin­ci­pa­le vei­co­lo di influen­za, e dun­que di effi­ca­cia dal pun­to di vista del­la comu­ni­ca­zio­ne d’impresa. I gior­na­li­sti sono fana­li­no di coda per livel­lo di influen­za.

Influencers Digital

Dispo­ni­bi­li­tà a Paga­re per Tipo­lo­gia di Con­te­nu­ti 

I con­te­nu­ti di intrat­te­ni­men­to “pre­mium”, qua­li ad esem­pio Net­flix, sono i pri­mi per i qua­li vi è dispo­ni­bi­li­tà a paga­re. Per il 41% degli inter­vi­sta­ti non vi è dispo­ni­bi­li­tà alcu­na a paga­re a pre­scin­de­re dal­la tipo­lo­gia di con­te­nu­ti. Le news, l’informazione è il tipo di con­te­nu­to che regi­stra la minor pro­pen­sio­ne a paga­re.

Disponibilità a Pagare per Tipo Contenuti

Atti­vi­tà sui Social Resa Dispo­ni­bi­le Pub­bli­ca­men­te & Uso Adblock

L’attenzione alla pri­va­cy è mag­gio­re di quan­to di potreb­be cre­de­re come mostra il dato sia sul­la quan­ti­tà di infor­ma­zio­ni rese com­ple­ta­men­te pub­bli­che sui social che i siste­mi adot­ta­ti di con­trol­lo del­la pri­va­cy e dei coo­kies che sono qua­si a pari meri­to con l’uso di siste­mi per bloc­ca­re la pub­bli­ci­tà. Se cir­ca la metà dei con­te­nu­ti non vie­ne con­di­vi­sa sui social pub­bli­ca­men­te que­sto pone un evi­den­te pro­ble­ma sul trac­cia­men­to del­le con­ver­sa­zio­ni onli­ne e la social ana­ly­tics.

Adblock & Social

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3068 Articoli

Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento