Total Digital Audience News Italia

I dati della total digital audience, al netto delle aggregazioni, degli accordi commerciali, dei siti d’informazione nazionali o pluriregionali nel mese di dicembre 2015.

Il confronto rispetto al mese corrispondente dell’anno precedente non è possibile poichè non esistevano all’epoca i dati al netto delle aggregazioni ma la tendenza rispetto al mese di novembre 2015 mostra un andamento più che negativo, in particolare per alcune testate.

Se certamente la presenza delle feste e la lontananza dal luogo del lavoro e dal pc influisce evidentemente sull’accesso ai siti d’informazione, che nel nostro Paese vedono ancora il prevalere di visite da PC, resta comunque il fatto che i dati delle principali testate fanno riflettere.

È il caso di ANSA, il peggiore tra i “big player” dell’informazione intaliana, che registra un -28.2% rispetto al novembre 2015. Repubblica, il primo sito d’informazione per utenti unici, chiude dicembre con un calo del 14.2% ed anche Corriere registra una flessione del 15.7%. Per restare nella top 10, la Gazzetta dello Sport ha una flessione del 11.4%, TGCOM25 perde il 19.7%, CityNews cala del 6%, La Stampa e il Messaggero rispettivamente il -9.6% ed il -9.7%, Blogo -7.1% e il Fatto Quotidiano -15%.

Anche il Sole24Ore, che invece con la vendita di copie, grazie al digitale, ormai tallona Repubblica e Corriere e potrebbe diventare presto il primo quotidiano d’Italia per copie vendute, vede una flessione del 7.8% per quanto riguarda i visitatori al proprio sito web. Tendenza positiva invece per il Post che cresce del 3% rispetto al mese precedente e di Dagospia che realizza un incremento del 10.3%. Buono il trend anche per Milano Finanza che aumenta del 3.4%

Da segnalare come tra i primi 10 siti d’informazione ben cinque, la metà, sia costituita da pure players, da siti d’informazione che non hanno una corrispondente versione cartacea. Tra le televisioni all news enorme la distanza tra TGCOM24 e RaiNews e SKyTG24. I portali non sfondano con la loro sezione dedicata all’informazione e, ad eccezione di MSN News, restano tutti sotto i 100mila utenti unici, evidenziando come, nonostante la grande massa di persone che attirano complessivamente,  un trattamento approssimativo, per usare un eufemismo, delle news, non paghi.

Sempre più marginale Affari Italiani, il primo quotidiano online lanciato in Italia. Un altra conferma di quanto si commentava relativamente al trattamento informativo. L’Unità ed il Foglio non pervenuti.

Total Digital Audience Dicembre 2015

Foto del profilo di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Foto del profilo di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Foto del profilo di Pier Luca Santoro
About Pier Luca Santoro 2633 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

1 Commento su Total Digital Audience News Italia

  1. però va tenuto presente che dicembre è, statisticamente, un mese poco attivo sul fronte news, a meno di eclatanti fatti di cronaca che, invece, lo scorso dicembre non si sono verificati a differenza di novembre con gli attentati di Parigi che, probabilmente, hanno giocato un ruolo importante sul traffico dei siti di news che, quindi, nel confronto con dicembre, partivano da numeri molto alti, ma un po’ “drogati” da quei fatti.
    Discorso a parte per gazzetta.it: dicembre è, da sempre, per chi fa news sportive, un mese monco, nel senso che i motori (F1 e MotoGp) sono fermi e così, da poco prima delle festività, anche il calcio, con conseguente crollo dell’audience (non così, invece, per i siti di calciomercato che, invece, proprio a dicembre scaldano i motori con news più o meno pompate su possibili scambi durante la sessione di gennaio e, quindi, riescono comunque ad attirare un po’ di traffico).

1 Trackback & Pingback

  1. Unite i Puntini [dei Social] - DataMediaHub

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti