Post-it

Una sele­zione ragio­nata del­le noti­zie di oggi su media, gior­na­li­smi e comu­ni­ca­zione da non per­dere. Si avvi­sa che a par­tire dal 26 gen­naio pros­simo que­sta rubri­ca sarà par­te inte­grante di Wolf e dun­que ver­rà pub­bli­cata gra­tui­ta­mente solo il vener­dì. Se non vole­te per­der­vela ABBONATEVI ora a con­di­zioni straor­di­na­rie.

  • Al Jazee­ra — A meno di tre anni dal lan­cio chiu­de Al Jazee­ra Ame­ri­ca. La chiu­su­ra, pre­vi­sta per apri­le di quest’anno, lasce­rà sen­za lavo­ro cir­ca 600 col­la­bo­ra­to­ri. In un memo allo staff Kate O’Brian, Pre­si­den­te di Al Jazee­ra Ame­ri­ca ha scrit­to che la cau­sa del­la deci­sio­ne è: “fact that our busi­ness model is sim­ply not sustai­na­ble in an increa­sin­gly digi­tal world, and becau­se of the cur­rent glo­bal finan­cial chal­len­ges”. Dopo i gior­na­li la pros­si­ma “vit­ti­ma” del digi­ta­le è la tele­vi­sio­ne.
  • Con­di­vi­sio­ni su Twit­ter – Ora che Twit­ter ha eli­mi­na­to il coun­ter dai bot­to­ni come fare? Lo spie­ga Mar­ke­tin­gLand elen­can­do una ampia serie di ser­vi­zi alter­na­ti­vi allo sco­po dav­ve­ro uti­le qua­li: Open­Sha­re­CountTwit­CountNew­Sha­re­Coun­tsGnip e Track­Ma­ven. Un altro modo è quel­lo di uti­liz­za­re l’estensione per Chro­me di Buzz­Su­mo, se usa­te quel bro­w­ser natu­ral­men­te. Buon lavo­ro.
  • Media, Jour­na­li­sm & Tech­no­lo­gy Pre­dic­tions 2016 — Il Reu­ters Insti­tu­te for the Stu­dy of Jour­na­li­sm ha pub­bli­ca­to un rap­por­to basa­to sull’aggregazione di diver­se fon­ti e le inter­vi­ste a 130 opi­nion lea­der del set­to­re. Il rap­por­to fa una buo­na sin­te­si degli stu­di e del­le ricer­che pub­bli­ca­te nel 2015 sul tema ed offre una sito­gra­fia dav­ve­ro inte­res­san­te. Da leg­ge­re.
  • Serious Games — Pro­get­to Usti­ca è un serious game per la memo­ria che vuo­le man­te­ne­re vivo il ricor­do di uno dei più tra­gi­ci even­ti del­la sto­ria ita­lia­na recen­te. Si trat­ta di un’esperienza di esplo­ra­zio­ne in sog­get­ti­va, per PC, MAC e mobi­le, e pen­sa­ta anche per Ocu­lus Rift VR [real­tà vir­tua­le]. Pro­get­to Usti­ca ricrea gli even­ti prin­ci­pa­li dei cin­quan­ta minu­ti di volo del DC9 Ita­via abbat­tu­to sul Mar Tir­re­no alle 20:58 del 27 giu­gno 1980. L’obiettivo di Pro­get­to Usti­ca è far sì che il gio­co ven­ga sca­ri­ca­to e gio­ca­to dal mag­gior nume­ro di per­so­ne pos­si­bi­le, per­so­ne che con tut­ta pro­ba­bi­li­tà non cono­sco­no ciò che suc­ces­se quel­la tra­gi­ca not­te. Bra­vi!
  • Apo­ca­lyp­se Now — Un pho­to repor­ter è sta­to in Ucrai­na dal mag­gio 2014 ad otto­bre 2015, per un perio­do com­ples­si­vo di 32 set­ti­ma­ne, docu­men­tan­do la guer­ra in cor­so. Ora ha pub­bli­ca­to alcu­ni degli scat­ti fat­ti in quel perio­do. Foto di altis­si­ma qua­li­tà che rac­con­ta­no sen­za biso­gno di altre paro­le il con­flit­to. La dif­fe­ren­za tra fare uno scat­to con il tele­fo­ni­no come sup­por­to al pro­prio arti­co­lo ed esse­re un foto­gra­fo pro­fes­sio­ni­sta.
  • Gestio­ne dei Talen­ti — I pro­ble­mi di Yahoo, che por­te­ran­no ad una ridu­zio­ne del 10% del­la pro­pria for­za lavo­ro, sono noti e la posi­zio­ne del CEO, Maris­sa Mayer, è tra­bal­lan­te, dicia­mo. Busi­ness Insi­der pub­bli­ca un elen­co di 23 talen­ti che lavo­ra­va­no per Yahoo ed han­no abban­do­na­to l’azienda crean­do del­le pro­prie impre­se, pro­fit­te­vo­li, o han­no assun­to posi­zio­ni di pre­sti­gio in altre azien­de. La gestio­ne dei talen­ti non è un optio­nal.
  • Il Siste­ma Sole — “I 35mila abbo­na­men­ti atti­vi al sito e una cre­sci­ta di oltre il 17% dei rica­vi da con­te­nu­ti infor­ma­ti­vi digi­ta­li del­lo stes­so sito misu­ra­no i risul­ta­ti con­se­gui­ti sul cam­po dal­la for­mu­la pay­wall del Sole 24 Ore avvia­ta tre anni fa e rap­pre­sen­ta­no un altro tas­sel­lo impor­tan­te dell’unicità del siste­ma mul­ti­me­dia­le del Sole 24 Ore”, spie­ga il diret­to­re edi­to­ria­le del Grup­po 24 Ore, Rober­to Napo­le­ta­no. La spe­cia­liz­za­zio­ne paga.

1-fiutkVjlLNfOPq9V1Bd8pg

Altre noti­zie e segna­la­zioni su media e comu­ni­ca­zione nel­la nostra pagi­na Face­book e, ovvia­mente, su Twit­ter. Buo­na let­tu­ra.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3068 Articoli

Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

3 Commenti su Post-it

  1. con­ti­nua­re a soste­ne­re che la “spe­cia­liz­za­zio­ne paga” (quan­to? e quan­to costa “spe­cia­liz­zar­si”?) sem­pre con lo stan­tìo rife­ri­men­to al model­lo Sole 24 Ore è, secon­do me, bana­liz­za­re la que­stio­ne e, anzi, dire qua­si taroc­car­la. Il Sole 24 Ore è più uni­co che raro e, d’altronde, tut­ti sono abi­tua­ti a paga­re per ave­re, anche onli­ne, docu­men­ti par­ti­co­la­ri (estrat­ti di giu­ri­spru­den­za, visu­re, cer­ti­fi­ca­ti, ecc) che, però, si paga­no anche off-line, oltre a dover per­de­re tem­po per recar­si di per­so­na pres­so can­cel­le­rie, ban­che dati, CCIAA, ecc. Quin­di è ovvio che l’utenza più ver­ti­ca­le del Sole, cioè fat­ta da pro­fes­sio­ni­sti che lo usa­no come stru­men­to di aggior­na­men­to ecc, sia nor­ma­le e, anzi, ancor più como­do, fare l’abbonamento digi­ta­le (ma poi non com­pra­no la ver­sio­ne car­ta­cea, ovvio).
    Soste­ne­re, tut­ta­via, che que­sto esem­pio val­ga per l’universo mon­do dell’informazione è fuor­vian­te, sem­pli­ce­men­te per­chè non è vero. La mag­gior par­te dei mass media non è spe­cia­liz­za­ta o ver­ti­ca­le ma gene­ra­li­sta, anche per­chè solo pochis­si­mi pos­so­no spe­cia­liz­zar­si (per poi, di con­tro, rivol­ger­si ad un baci­no di uten­za ristret­tis­si­mo). La real­tà è che, alme­no da noi, dove già si leg­ge poco anche la car­ta e dove si cer­ca, al mas­si­mo, di leg­ger­la gra­tis scroc­can­do la copia del bar o del vici­no di scri­va­nia, pochi, anzi pro­ba­bil­men­te pochis­si­mi, saran­no dispo­sti a paga­re arti­co­li del Cor­rie­re, di Repub­bli­ca, de la Stam­pa o meno anco­ra del­la Gaz­zet­ta del­lo Sport e, d’altra par­te, soste­ne­re che in real­tà si farà paga­re solo con­te­nu­ti di asso­lu­ta qua­li­tà, mi pia­ce­reb­be che ci dices­se­ro anche qua­li sareb­be­ro, ad esem­pio, in uno qual­sia­si dei quo­ti­dia­ni cita­ti pri­ma, que­sti pre­sun­ti con­te­nu­ti tal­men­te pre­mium da spin­ger­ci a pagar­li per leg­ger­li onli­ne.

  2. Caris­si­mo Pao­lo,

    Soste­ne­re per Il Sole24Ore che la spe­cia­liz­za­zio­ne paga è tan­to ovvio che il diret­to­re pre­ce­den­te all’attuale è sta­to silu­ra­to per­chè inve­ce vole­va far­ne un quo­ti­dia­no gene­ra­li­sta. La spe­ci­fi­ca­zio­ne non è mai ovvia, pare 😉

    Spe­cia­liz­za­zio­ne per gli altri quo­ti­dia­ni che citi potreb­be anche esse­re quel­la di pro­por­re pac­chet­ti d’offerta ver­ti­ca­li. Non biso­gna mia pren­de­re tut­to alla let­te­ra e poi qui si dan­no spun­ti di rifles­sio­ne per le con­su­len­ze ho la buo­na abi­tu­di­ne di far­mi paga­re 😀

    Gra­zie dell’attenzione

    Pier Luca San­to­ro

  3. Gen­ti­lis­si­mo Pier Luca,
    la rin­gra­zio per la rispo­sta.
    Ovvia­men­te non inten­de­vo scroc­ca­re una sua con­su­len­za, ci man­che­reb­be!
    Ma anche per­chè non mi ser­vi­reb­be (nep­pu­re a paga­men­to), dal momen­to che già tan­ti anni fa ho giu­ra­to che mai e poi mai pas­se­rò il mio sito di news al pay e, anzi, le buo­ne noti­zie che arri­va­no dal Cor­rie­re (che, per la gio­ia dei con­cor­ren­ti, pas­sa al pay­wall, come scri­ve anche Data­Me­dia­Hub — ma “per la gioa dei con­cor­ren­ti” lo dico io ovvia­men­te, non voi) cre­do che faran­no la gio­ia di mol­ti col­le­ghi publi­sher.
    Comun­que, come al soli­to, lo sco­pri­re­mo solo viven­do.
    Buo­na sera­ta e buon wee­kend

Lascia un commento