Qualche dato su Repubblica: quattro grafici sulla semestrale 2015

La pub­bli­ca­zio­ne del­la rela­zio­ne seme­stra­le del grup­po Espres­so ci per­met­te di vede­re nel det­ta­glio i con­ti del­le sin­go­le divi­sio­ni dell’editore. In par­ti­co­la­re è inte­res­san­te guar­da­re ai nume­ri for­ni­ti sul­la testa­ta ammi­ra­glia del grup­po: come è anda­ta Repub­bli­ca nel­la pri­ma metà dell’anno? Cosa ci dice la sua seme­stra­le in con­fron­to con quel­le degli anni pas­sa­ti? Qual è il suo peso all’interno del grup­po Espres­so?

Per que­sto abbia­mo fat­to alcu­ni gra­fi­ci e del­le ana­li­si sul­la divi­sio­ne Repub­bli­ca che, ricor­dia­mo, all’interno del grup­po Espres­so gesti­sce l’attività del­la testa­ta: l’edizione nazio­na­le e le nove edi­zio­ni loca­li oltre ai sup­ple­men­ti Affari&Finanza, Il Vener­dì e D. Per l’organizzazione inter­na che si è dato l’editore la divi­sio­ne però – è bene pre­ci­sa­re – non gesti­sce l’attività digi­ta­le rela­ti­va al quo­ti­dia­no, il grup­po Espres­so ha infat­ti crea­to al suo inter­no una divi­sio­ne appo­si­ta­men­te dedi­ca­ta a gesti­re tut­te le diver­se atti­vi­tà digi­ta­li del­le testa­te dell’editore.

Fatturato e confronto ricavi vs costiFatturato_vs._Costi_Repubblica_1°_sem_2006_-_1°_sem_2015_fatturato_costi_operativi_e_personale_chartbuilder

Non è cer­to una novi­tà che la cri­si dell’editoria di que­sti anni abbia ridot­to note­vol­men­te i fat­tu­ra­ti e con­se­guen­te­men­te le azien­de abbia­no dovu­to taglia­re dra­sti­ca­men­te i costi: ma quan­to è gran­de la fles­sio­ne dei rica­vi e quan­to si è dovu­to taglia­re nel­la divi­sio­ne Repub­bli­ca? Guar­dan­do al gra­fi­co del­lo sto­ri­co del­le seme­stra­li dal 2006 al 2015 vedia­mo che il fat­tu­ra­to del 2006 era di 304,4 milio­ni di euro, nel 2015 è 101,9 milio­ni.

Quin­di la fles­sio­ne è del 67%, ovve­ro, per dir­la in altro modo, la divi­sio­ne nel­le ulti­me die­ci annua­li­tà ha visto ridur­si i rica­vi poco più di due ter­zi.

Il dif­fe­ren­zia­le seme­stre su seme­stre rife­ri­to inve­ce alle ulti­me cin­que annua­li­tà (ovve­ro tra 2011 e 2015) è di -57 milio­ni di euro, pari a un -36%, quel­lo del­le ulti­me tre (2013 -2015) è di -32 milio­ni di euro che in pun­ti per­cen­tua­le equi­va­le a -24%. Una decre­sci­ta costan­te quin­di, che non si fer­ma quest’anno visto che il con­fron­to con il 2014 è nega­ti­vo per 4,7 milio­ni (il 4% in meno).

I costi ope­ra­ti­vi e del per­so­na­le han­no subi­to tagli in misu­ra simi­le alla fles­sio­ne dei rica­vi: se nel 2006 i costi ammon­ta­va­no a 248 milio­ni, nel 2014 sono pari a 97 milio­ni con un taglio del 61%. Il risul­ta­to è un mar­gi­ne ope­ra­ti­vo lor­do che pas­sa dai 56 milio­ni di euro del 2006 ai 5 milio­ni del 2015 e una red­dit­ti­vi­tà (rap­por­to per­cen­tua­le tra risul­ta­to ope­ra­ti­vo e fat­tu­ra­to) che nel mede­si­mo perio­do dal 16% scen­de al 4% e una mar­gi­na­li­tà (rap­por­to Mol e fat­tu­ra­to) che dal 18% si ridu­ce al 4.5%.

Valore della divisione Repubblica nel Gruppo Espresso

repubblica_espresso3

Quan­to pesa all’interno del grup­po la divi­sio­ne Repub­bli­ca? Se come para­me­tro con­fron­tia­mo i fat­tu­ra­ti del­le seme­stra­li dichia­ra­ti dai bilan­ci vedia­mo che il “peso” di Repub­bli­ca è in net­to calo: se nel 2006 il rap­por­to in pun­ti per­cen­tua­li tra rica­vi di Repub­bli­ca e quel­li com­ples­si­vi del grup­po Espres­so era del 51% die­ci anni dopo è del 33%.

La divi­sio­ne sem­bra, inol­tre, sof­fri­re la cri­si più del grup­po di rife­ri­men­to: se con­fron­tia­mo la fles­sio­ne del fat­tu­ra­to vedia­mo infat­ti che quel­la di Repub­bli­ca è, come det­to, del -67% nel die­ci anni 20006–2015, quel­lo del grup­po è del -49%. Così anche nel con­fron­ti del­le ulti­me tre annua­li­tà: -24% la fles­sio­ne dei rica­vi di Repub­bli­ca, -17% quel­la del grup­po. Solo nel con­fron­to tra le ulti­me due annua­li­tà Repub­bli­ca deve paga­re dazio alla cri­si in misu­ra mino­re rispet­to al grup­po Espres­so: -4% con­tro il -8% del­la casa madre.

Repubblica_espresso

È bene pre­ci­sa­re anco­ra una vol­ta che alla divi­sio­ne Repub­bli­ca non sono attri­bui­ti i nume­ri del digi­ta­le che sicu­ra­men­te gio­ve­reb­be­ro al suo bilan­cio, visto che in gran par­te pos­so­no esse­re attri­bui­ti pro­prio alla testa­ta. Va det­to però che guar­dan­do ai rica­vi di que­sto seme­stre la divi­sio­ne digi­ta­le nel suo com­ples­so tota­liz­za 26,5 milio­ni di euro di fat­tu­ra­to. Ovve­ro solo un 8,7% sul tota­le del grup­po, con cre­sci­ta deci­sa­men­te in fre­na­ta: appe­na 0,2 milio­ni in più del­lo scor­so anno. Nume­ri che, ci sem­bra, non pos­sa­no cam­bia­re nel­la sostan­za le nostre ana­li­si di fon­do sull’andamento eco­no­mi­co di Repub­bli­ca.

Divisione Repubblica confronto 1° semestre 2006 — 1° semestre 2015

Ecco infi­ne sin­te­tiz­za­ti in una tabel­la i nume­ri rela­ti­vi al con­fron­to tra l’ultima seme­stra­le e quel­la di die­ci annua­li­tà pre­ce­den­ti: una ten­den­za sul lun­go perio­do che, secon­do noi, foto­gra­fa bene l’andamento di uno dei due mag­gio­ri quo­ti­dia­ni ita­lia­ni nell’arco tem­po­ra­le che coin­ci­de con gli anni più neri del­la cri­si edi­to­ria­le di casa nostra.

scheda_repubblica

[nota: I dati com­ple­ti rela­ti­vi ai gra­fi­ci pre­sen­ti in que­sto arti­co­lo sono sca­ri­ca­bi­li a que­sto link (Goo­gle Dri­ve)]

Lelio Simi

giornalista, content curator at DataMediaHub
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".
About Lelio Simi 145 Articoli

Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".

2 Trackback & Pingback

  1. Qualche dato su Repubblica: quattro grafici sul...
  2. Bilanci Gruppi Editoriali Italiani in 15 Chart - DataMediaHub

Lascia un commento