Cosa ci dice la semestrale del Gruppo 24 Ore

Con la pub­bli­ca­zio­ne del­la seme­stra­le del Grup­po 24 Ore emer­go­no alcu­ni dati inte­res­san­ti che ci aggior­na­no su alcu­ne que­stio­ni che ave­va­mo mes­so in rilie­vo nel­la nostra pre­ce­den­te ana­li­si fat­ta sui bilan­ci del grup­po, come ad esem­pio lo stop dei fat­tu­ra­ti da digi­ta­le dopo la ces­sio­ne dell’area Soft­ware. Ma pro­ce­dia­mo con ordi­ne:

Ricavi

Ricavi_Gruppo_24Ore_1°_sem._2007_-_1°_sem._2015_ricavi_chartbuilder2

Lo sto­ri­co dei rica­vi del pri­mo seme­stre vede dise­gna­re una para­bo­la discen­den­te: dai 307 milio­ni del 2007 giù fino ai 169 milio­ni di euro del 2015. Un dif­fe­ren­zia­le di 138 milio­ni che tra­dot­to in pun­ti per­cen­tua­le segna un -45% sia­mo quin­di mol­to vici­ni a un dimez­za­men­to dei rica­vi nei nove anni di bilan­cio pre­si in con­si­de­ra­zio­ne. Va anche det­to che nel con­fron­to seme­stre su seme­stre dopo anni di dif­fe­ren­zia­le net­ta­men­te nega­ti­vo (-17% e -14% regi­stra­ti rispet­ti­va­men­te nel 2013 e 2014) i dati di quest’anno tor­na­no con un segno posi­ti­vo: +3% del pri­mo seme­stre 2015 su quel­lo del 2014.

Il risul­ta­to net­to del grup­po 24 Ore (par­lia­mo sem­pre di dati rife­ri­ti al pri­mo seme­stre) è nega­ti­vo ormai dal 2009 ma negli ulti­mi tre anni la nega­ti­vi­tà è dimi­nui­ta dal -21,7 milio­ni del 2013 al -8,1 del 2015.

Risultato_netto_Gruppo_24Ore__1°_sem._2007_-_1°_sem._2015_risultato_netto_chartbuilder(1)

Digitale

digitale_gruppo24ore10

Que­sto è uno dei pun­ti più inte­res­san­ti, a nostro giu­di­zio, per­ché dopo la ces­sio­ne dell’area Soft­ware, il calo dei rica­vi da digi­ta­le era sta­to net­to. La tran­sa­zio­ne per­fe­zio­na­ta nel 2014 ha sì por­ta­to nel­le cas­se del grup­po cir­ca 82 milio­ni di euro ma ha anche avu­to effet­ti nega­ti­vi, a par­ti­re dal secon­do tri­me­stre 2014, sui rica­vi in gene­ra­le e su quel­li da digi­ta­le in par­ti­co­la­re. Una fles­sio­ne che ha toc­ca­to pro­prio il grup­po edi­to­ria­le che ave­va sem­pre avu­to, tra i gran­di edi­to­ri ita­lia­ni, il rap­por­to rica­vi da digitale/ricavi tota­li più alto.

Bene guar­dan­do i dati più in det­ta­glio vedia­mo come la net­ta fles­sio­ne del peso del digi­ta­le sui rica­vi tota­li tra il secon­do tri­me­stre 2013 e quel­lo del 2014 (dal 37% al 17%) sia in par­te recu­pe­ra­ta oggi con il 33% del secon­do tri­me­stre 2015. Se, come scrit­to nell’atto di ces­sio­ne, la prin­ci­pa­le moti­va­zio­ne dell’operazione è sta­ta quel­la di repe­ri­re la liqui­di­tà neces­sa­ria per inve­sti­re nel core busi­ness e in par­ti­co­la­re nel digi­ta­le, qual­che risul­ta­to posi­ti­vo l’editore di Con­fin­du­stria lo sta otte­nen­do. Va ricor­da­to comun­que che le per­cen­tua­li sono cal­co­la­te ine­vi­ta­bil­men­te su rica­vi tota­li in decre­sci­ta: la dif­fe­ren­za tra secon­do tri­me­stre 2013 e quel­lo del 2015 è anco­ra net­ta­men­te nega­ti­va: -9,6 milio­ni di euro (pari a -26%). Ovve­ro c’è anco­ra un po’ di stra­da da fare per tor­na­re a livel­li pre-ven­di­ta area Soft­ware.

Personale

Organici__Gruppo_24Ore__1°_sem._2007_-_1°_sem._2015_costo_personale_(mln_€)_n._medio_dipendenti_chartbuilder

Con­ti­nua il taglio del per­so­na­le e dei costi del lavo­ro: se rispet­to al giu­gno 2014 il taglio sul nume­ro medio del per­so­na­le è oggi solo di 7 uni­tà nei con­fron­ti del­la pri­ma metà del 2011 (solo cin­que anni fa) è di 787 dipen­den­ti (-39%).

I dati rela­ti­vi ai gra­fi­ci di que­sto arti­co­lo sono sca­ri­ca­bi­li  a que­sto link (Goo­gle Dri­ve).

Lelio Simi

giornalista, content curator at DataMediaHub
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".
About Lelio Simi 145 Articoli
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".

2 Trackback & Pingback

  1. Bilanci Gruppi Editoriali Italiani in 15 Chart - DataMediaHub
  2. La Situazione del Gruppo 24 Ore Dati alla Mano - DataMediaHub

Lascia un commento