Tutto Quello che Volevate Sapere sulla Radio

Indagine Radiocompass. Aziende italiane, tornate ad investire in pubblicità radiofonica

Settimana scorsa sono stati presentati i dati della ricerca Radiocompass 2015, promossa da Mindshare e FCP-Assoradio con la collaborazione di GFK e delle concessionarie radio Gruppo Finelco, A.Manzoni & C., Mediamond, Openspace Pubblicità, Rai Pubblicità, Rds Advertising, System 24.

La Contraddizione – I fondamentali delle radio sono buoni. Il trend positivo dall’11,3% del 2012 all’attuale 11,8% dell’ascolto nel quarto d’ora medio, dato su cui si basano principalmente le pianificazioni pubblicitarie; la reach % oggi superiore a TV e internet sul target 18-34 e con un testa a testa con la TV su 35-44.

Reach Radio

Nonostante questo, e nonostante in termini di ore settimanali fruite siamo in linea con i principali Paesi europei, la radio è fanalino di coda per investimenti ADV sia in termini assoluti che di investimenti pro-capite e di rapporto investimenti ADV/tempo speso sul mezzo. Primato negativo guidato ad una quota della radio nel media mix sceso dal 6,6% del 2007 al 5,6% del 2015.

Investimenti Adv Radio

Investimenti Adv & Tempo

Il Potenziale per gli Investitori – Il confronto tra i mezzi a livello nazionale e lo scenario internazionale svelano opportunità concrete per gli investitori legate ad un utilizzo intelligente della radio. Ad esempio dividendo la popolazione italiana 25-64 anni in terzili emerge come i Light Tv Viewers – il terzo che guarda meno la televisione – trascorra 1 ora e 21minuti davanti al video mentre il terzo che la guarda di più addirittura 7h 29minuti.

Light Viewers

Light Viewers Profilo

Ovviamente sui Light TV Viewers la TV ha una bassa efficacia: anche ad alte soglie di pressione pubblicitaria la copertura fatica a raggiungere livelli soddisfacenti. In casi come questi la complementarietà con la TV e con il web farebbe della radio un media sul quale tornare ad investire.

Radio Vs TV

Chi naviga su internet tutti i giorni, in particolare, sembra mostrare una spiccata propensione ad abbinare la fruizione del mezzo radio [52,3%].

Radio Offline

Radio & Web

Le rilevazioni GFK Eurisko applicati a casi concreti dimostrano come un media mix allargato a radio e web, mezzi maggiormente fruiti dai Light TV Viewers, abbia un maggiore impatto sia in termini di awareness che di vendite, soprattutto nei mercati direct (es. siti web delle aziende).

Dopo i primi buoni segnali del 2014 queste evidenze aiuteranno il comparto radiofonico a confermare o addirittura migliorare il +6,4% nella raccolta pubblicitaria registrati nei primi tre mesi del 2015?

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.