Quanti Click Sono un Flop?

Ricevere dei commenti all’interno del proprio spazio, nell’epoca in cui mediamente l’80% delle conversazioni avviene fuori dal sito web, dallo spazio dei contenuti originari, sui social, o comunque in altri spazi della Rete, è quasi un evento eccezionale. Per questo ho deciso di valorizzare il commento di Domenico Affinito, inviato e rap­pre­sen­tante sindacale Rcs Mediagroup [ex RCD] nonchè vicepresidente della sezione italiana di Reporter Sans Frontières al mio articolo di ieri.

Affinito scrive:

Una stra­te­gia, quella di “acchiap­pare click”, che si giu­sti­fica ampia­mente dai dati Audi­web. You­re­por­ter, infatti, all’interno del canale cor­riere arriva a poco più di 12mila con­tatti. Per dare un’idea il sito della città di Salerno, con tutto il rispetto, sfiora i 12mila. Il che vuol dire che, per oltre due milioni e mezzo di euro spesi, Rcs si è por­tata a casa l’1% dei con­tatti del sito di Cor­riere. Direi non male come inve­sti­mento! Non solo. Da que­sti numeri ridi­coli non si può che dedurre due cose: o il brand di You­re­por­ter non è così forte da atti­rare utenti su cor­riere, oppure i let­tori di cor­riere non sono in tar­get con l’offerta di You­re­por­ter. Io credo siano vere entrambe le cose, in ogni caso, quale che sia la spie­ga­zione, direi che è inne­ga­bile che la scelta indu­striale messa in campo da Rcs è stata, per ora, un flop.

Io credo che ciascuno debba fare il proprio mestiere. Sono certo che Affinito è un ottimo inviato ma non mi pare sia altrettanto un fine analista. Ipotesi che ovviamente si applica anche al sottoscritto che, forse, è un buon analista ma certamente non sarebbe un ottimo inviato.

I dati citati relativamente a YouReporter sono gli ultimi disponibili del dicembre 2014. Per avere un termine di paragone sono andato a vedere i dati del mese corrispondente dell’anno precedente, di Dicembre 2013, quando YouReporter era una realtà autonoma da RCS. Secondo Audiweb la piattaforma di video-giornalismo partecipativo nel giorno medio aveva 31mila utenti unici e 78mila pagine viste [vs i 12mila e 39mila rispettivamente del 12/2014]. Se consideriamo che all’epoca erano disponibili solamente i dati da PC e che il mobile pesa circa un quarto del totale attualmente per YouReporter si arriva a circa 39mila utenti unici e 98mila pagine viste; oltre il triplo.

Se si volesse dunque valutare, come fa Affinito, l’incidenza sul totale del traffico di Corriere.it questa salirebbe in riferimento al momento dell’acquisizione. Che ora i valori di traffico siano decisamente ridotti potrebbe essere la supporting evidence, l’elemento che conferma la mia tesi su quanto danno stia facendo una strategia acchiappa click a YouReporter, come scrivevo ieri nell’articolo in questione. Non è quindi la scelta industriale che è un flop ma la gestione inaccurata che ne è seguita.

Ciò chiarito, credo che sia opportuno approfondire ulteriormente. Affinito definisce i numeri di YouReporter “ridicoli”. Dai dati Audiweb del dicembre 2014 nei brand aggregati sotto Corriere.it si trovano, anche, Amica e Style Magazine. Periodici che nella loro versione online contano rispettivamente su 3818 e 3156 utenti unici nel giorno medio [dato total digial audience – PC & mobile], circa un quarto di YouReporter. Se valutassimo, come viene fatto nel commento, il valore di un brand in base ai click i due periodici andrebbero chiusi, dismessi, hic et nunc, immediatamente. Ancor più tenendo conto che sicuramente hanno una redazione dedicata che genera costi ampiamente superiori a quelli di YouReporter.

Io credo che l’opportunità dell’acquisizione per RCS Mediagroup non sia nel numero di click ma in ben altro, a prescindere dalla somma effettivamente pagata che a me non risulta essere quella che è circolata e che viene citata nel commento.

Quanti click sono un flop? Dipende. Certamente è un flop fare acquisizioni e valutazioni solo su tale base.

macchina-da-scrivere nice

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

3 thoughts on “Quanti Click Sono un Flop?

  1. Sono d’accordo con Santoro: la logica del click è una logica dalle gambe corte. Santoro ha doppiamente ragione sul fatto che io non sono certamente un fine analista. Sono un giornalista, infatti, e un rappresentante sindacale (come ho scritto per esplicitare il mio punto di vista). Credo fermamente anche io che ciascuno debba fare il proprio mestiere, ma credo molto anche nella possibilità di esprimere le proprie idee con educazione. Da buon giornalista, non certo ottimo, quale reputo essere ho molta memoria. L’acquisizione di Youreporter era stata presentata come l’opportunità di attirare nuovo traffico su Corriere. I dati dicono che quella scommessa è fallita.
    Non credo che il danno sia provocato dalla stra¬te¬gia acchiappa click, come scrive Santoro. Youreporter non ha cambiato linea il giorno dopo l’acquisizione e da allora fino ad oggi, ma solo ultimamente, proprio forse quando ci si è resi conto che le cose non andavamo come si era sperato.
    Non ho dati scientifici al riguardo, e se Santoro ne ha a confutazione tanto meglio, ma io continuo a credere che l’errore sia stato pensare che i profili di chi segue Youreporter e di chi segue Corriere potessero essere sovrapponibili.
    Certo anche Amica e Style Magazine fanno volumi bassi. La logica del costruire un sistema complesso e oltremodo ricco che ruota intorno a un brand (come è il sito di Corriere) funziona o non fa che penalizzare quelle informazioni o sezioni che sono troppo distanti dagli interessi dell’utente medio? Qui chiedo davvero una mano a chi ne sa di più. Sul fatto, poi, che quelle redazioni (nella loro componente web che è molto più esigua rispetto a quella cartacea) costino più di Youreporter è qualcosa che io non so. Posso ipotizzare un costo per Amica e Style, sapendo quante persone e in che condizioni lavorino, non su nulla di Youreporter (che mi risulta però abbia una squadra). Se Santoro ha dati più precisi, così come si evince da quanto scrive, non sarebbe male averli.
    E parlando di cifre credo sia opportuno che, nelle analisi, si conti anche l’aspetto economico, a cui i risultati numerici devono essere riferiti. La cifra rispetto all’acquisizione di Youreporter da parte di Rcs, che io ho riferito essere due milioni e mezzo e poco più, a Santoro non risulta. Anzi, gli risulta una cifra diversa. Bene: che la dica. Non solo: che citi le fonti. La mia fonto è presto detta: è la ripresa video del contratto firmato mostrata da Report in una trasmissione ad hoc fatta sul mondo Rcs. La sua?
    Un’ultima considerazione rispetto alle analisi. Analizzare è utile per riflettere ed è anche divertente, ma la nostra società ha delegato troppo alle analisi e a chi le fa. L’ultimo esempio, quello della più cocente crisi economica della storia dell’Occidente, brucia ancora sulla pelle di molti di noi.
    L’acquisizione di Youreporter sarà sicuramente stata fatta sulla base di proiezioni, analisi, slide e tutto l’armamentario annesso, ma oltre a non aver portato i frutti sperati, anzi i frutti promessi, ha causato la messa in cassaintegrazione di 15 persone. Credo che anche questo vada messo nel conto delle “fini analisi”.

    1. Carissimo Affi­nito,
      Grazie per il tempo dedicato al confronto.
      Se l’acquisizione di YouReporter è stata presentata come afferma è evidente che i presupposti erano errati sin dall’inizio.
      Con un attimo di calma mi andrò a vedere i dati del traffico di YouRepoter negli ultimi 24 mesi e poi riprendiamo il discorso su acchiappa click e dintorni.
      Credo che Amica, Stile ed altri siti che vengono aggregati lo siano solo per gonfiare il totale di Corriere.it per database centri media. Un modo abbastanza losco – anche se consentito da regolamento audiweb – di fare. E’ evidente con vi è altra strategia, pura tattica commerciale.
      Per quanto riguarda cassa integrazione 15 persone, mi pare che la crisi venga da ben prima di YouReporter – http://www.corriere.it/cronache/10_novembre_30/giornalisti_rcd_due_giorni_sciopero_Cdr_2c69f2fe-fc68-11df-8fb3-00144f02aabc.shtml – Non vedo una correlazione.
      Saluti
      Pier Luca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.