I Media in Italia in 4 Grafici

Si è tenuto ieri “Senza lettura non c’è crescita. Quotidiani, periodici e libri come leva per lo sviluppo del Paese”, appuntamento annuale per fare il punto sulla filiera della carta promosso dalle otto associazioni che la costituiscono: Acimga, Aie, Anes, Argi, Asig, Assocarta, Assografici e Fieg.

Gli interventi del Prof. Alessandro Nova dell’Università Bocconi e di Giuseppe Roma del Censis fanno un’analisi macro dell’intera filiera e contengono alcuni dati specificatamente riferiti all’industria dell’informazione che vale la pena di riprendere poiché a colpo d’occhio consentono di fotografare il panorama attuale.

1) Il Fatturato dell’Editoria 2004-2014

2) Consumi in libri e giornali / consumi totali delle famiglie

Consumi in libri e giornali

3) Le distanze tra giovani e anziani nel consumo mediatico

Le distanze tra giovani e anziani

4) L’evoluzione del consumo dei media

L’evoluzione del consumo dei media

Come soluzione arriva la proposta del “bonus lettura”, un buono spesa che consentirebbe ai giovani di età compresa tra i 18 e 25 anni di acquistare libri e abbonamenti a quotidiani e periodici, pagando solo il 25% del prezzo [il restante 75% verrebbe pagato con il bonus fino ad un massimo del contributo pubblico di 100 € a persona] per incentivare i giovani alla lettura e al consumo di prodotti culturali, ovviamente esclusivamente cartacei. Siamo al delirio, non credo possano esistere altri termini per definire l’ipotesi di lavoro.

Comment is free…

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.