La vera storia di Soldipubblici.gov.it

Il Gover­no Ren­zi ha pub­bli­ca­to il nuo­vo sito Soldipubblici.gov.it. L’iniziativa è sta­ta lan­cia­ta in diret­ta tv dal pre­mier Mat­teo Ren­zi inter­vi­sta­to a Che­Tem­po­Che­Fa: cia­scu­no di noi può cer­ca­re sul sito quan­to spen­de la Pub­bli­ca ammi­ni­stra­zio­ne e per cosa, pur essen­do par­ti­to un po’ zop­pi­can­te dopo la mez­za gaf­fe di Ren­zi che si era fat­to “ruba­re” il domi­nio (sem­pre in diret­ta tv). In sostan­za il sito mostra i dati di SIOPE, un gran­de data­ba­se crea­to sot­to l’egida del­la Ragio­ne­ria del­lo Sta­to, con l’obiettivo di monitorare/catalogare/uniformare le voci di spe­sa del­la Pub­bli­ca Ammi­ni­stra­zio­ne.

I retroscena…

Entram­bi gli aspet­ti sono sta­ti svi­sce­ra­ti su Spa­ghet­ti Open Data — comu­ni­tà del­la qua­le fac­cio par­te — da Alber­to Cot­ti­ca e Gio­van­ni Men­du­ni, pre­va­len­te­men­te in que­ste tre discus­sio­ni (pri­ma, secon­da e ter­za). In estre­ma sin­te­si (ma per com­ple­tez­za con­si­glio di leg­ge­re le varie discus­sio­ni qui lin­ka­te), Ren­zi chie­de a Ric­car­do Luna (che è anche Digi­tal Cham­pion) di emu­la­re l’esperienza già fat­ta con Ope­nEx­po. Ope­nEx­po è pro­mos­so però da Wiki­ta­lia, asso­cia­zio­ne del­la qua­le Luna è pre­si­den­te. Luna rispon­de: «Va bene, ma non coin­vol­gia­mo Wiki­ta­lia», vero­si­mil­men­te per scon­giu­ra­re il poten­zia­le con­flit­to di inte­res­si. Nasce così il pro­get­to Sol­di­pub­bli­ci, rea­liz­za­to da Agen­zia per l’Italia Digi­ta­le (AGID) e in col­la­bo­ra­zio­ne con Ban­ca d’Italia e Sio­pe (ne par­la anche Ales­san­dra Pog­gia­ni, a capo di Agid, in un’intervista su Euro­pa Quo­ti­dia­no)

… e il Making Of

Il team di Ope­nEx­po vie­ne coin­vol­to per fare Soldipubblici.gov.it e il sito nasce più o meno uffi­cial­men­te il 21 dicem­bre 2014. Se ne occu­pa Gio­van­ni Men­du­ni(a lui si deve il tito­lo di que­sto post), che coor­di­na i lavo­ri e su Spa­ghet­ti Open Data spie­ga i det­ta­gli (inse­ri­sco i pun­ti a mio giu­di­zio salien­ti, l’elenco com­ple­to è qui):


1. SIOPE vie­ne mes­so in pie­di 8 anni fa come tool inter­no del­la RGS per il con­trol­lo del­la cas­sa. Dati chiu­si, dati degli enti loca­li, nien­te dati del­le ammi­ni­stra­zio­ni cen­tra­li, che si con­trol­la­no già e diret­ta­men­te sen­za biso­gno di una piat­ta­for­ma uni­ta­ria. Men­tre gli altri no.

4. Il cri­te­rio è di “aggior­na­men­to con­ti­nuo” per cui i dati oscil­la­no per le ret­ti­fi­che che arri­va­no in manie­ra abba­stan­za fre­quen­te dagli enti peri­fe­ri­ci.

6. il buon Del­rio, a luglio 2014 e con un col­po di mano, rie­sce a impor­re l’apertura dei dati di SIOPE, pro­vo­can­do più di qual­che mal di pan­cia (così mi dico­no) nel­la ragio­ne­ria. Non così per la Ban­ca di Ita­lia dove (per quel­lo che ho visto) la cul­tu­ra è diver­sa e più ope­ra­ti­va e aper­ta. E’ que­sta la base di soldipubblici.gov.it che, secon­do noi che lo abbia­mo pen­sa­to, non è un col­po di tea­tro, la genia­la­ta del momen­to, il tweet del gior­no, ma lo step di un per­cor­so fati­co­so, duro e ordi­na­to sul­lo spa­zio di alme­no due anni.

12. … si sta lavo­ran­do con eco­no­mi­sti, sta­ti­sti­ci e dipar­ti­men­ti uni­ver­si­ta­ri per capi­re cosa ha sen­so e cosa non ha sen­so com­pa­ra­re. Per non dire (scu­sa­te l’inglesismo) caz­za­te. Cosa inve­ce estre­ma­men­te sem­pli­ce in que­sti casi.

Vale la pena leg­ge­re tut­to l’interverno di Men­du­ni e anche l’integrazione con repli­che ad alcu­ne doman­de.

Ma i dati sono corretti oppure no?

“La secon­da che hai det­to”, com­men­te­reb­be Que­lo. Sull’attendibilità di que­sti dati ci sono varie per­ples­si­tà (nel mio pic­co­lo, è que­sto il moti­vo per il qua­le per­so­nal­men­te non li ho anco­ra uti­liz­za­ti).

  • Innan­zi­tut­to sono par­zia­li: man­ca­no appun­to i dati sui Mini­ste­ri
  • Non è det­to che sia­no cor­ret­ti, anzi tutt’altro. Men­du­ni stes­so dice: «Il cri­te­rio è di “aggior­na­men­to con­ti­nuo” per cui i dati oscil­la­no per le ret­ti­fi­che che arri­va­no in manie­ra abba­stan­za fre­quen­te dagli enti peri­fe­ri­ci». A me basta que­sta fra­se per gira­re al lar­go 🙂
  • Vit­to­rio Alvi­no di Open­Po­lis su Spa­ghet­ti Open­Da­ta scri­ve: «Intan­to vole­vo segna­la­re il cal­co­lo equi­vo­co pro­po­sto in home page: € 23.672.215.931,08 Sono tut­ti i paga­men­ti di regio­ni, comu­ni e pro­vin­ce rife­ri­ti a novem­bre 2014. € 6.967.005.874,69 € 116,36 PRO CAPITE
    Sono i paga­men­ti di tut­te le regio­ni rife­ri­ti a novem­bre 2014. € 6.089.194.897,33, € 101,70 PRO CAPITE Sono i paga­men­ti di tut­ti i comu­ni rife­ri­ti a novem­bre 2014. Per cui se uno fa la dif­fe­ren­za ne dedu­ce che: € 10.616.015.159,06 Sono i paga­men­ti di tut­ti le pro­vin­ce rife­ri­ti a novem­bre 2014. Ma mi pare che così non sia e che inve­ce il tota­le inclu­da anche la sani­tà o sba­glio?…».
  • I dati non sono gra­nu­la­ri, e cito una discus­sio­ne sul wall di Andrea Ian­nuz­zi, che giu­sta­men­te fa nota­re come il pro­get­to non supe­ra la cosi­det­ta “Pro­va sirin­ghe” (qui il thread)
  • Conclusioni

    La Pub­bli­ca Ammi­ni­stra­zio­ne è affet­ta da sma­nia di per­fe­zio­ne procedurale/burocratica: il pro­get­to Sol­di­pub­bli­ci rom­pe un po’ que­sto sche­ma, andan­do onli­ne pur non essen­do di fat­to com­ple­to
    Esi­ste oggi un “pon­te” tra civi­smo e Gover­no: è rap­pre­sen­ta­to da Ric­car­do Luna e l’associazione Wiki­ta­lia: è un per­cor­so che può esse­re cri­ti­ca­to, ma rap­pre­sen­ta comun­que un’opportunità di inno­va­zio­ne nel­la PA.
    Sia­mo comun­que anni luce avan­ti rispet­to anche solo al pas­sa­to recen­te: per quan­to cri­ti­ca­bi­le, il per­cor­so di aper­tu­ra del­le infor­ma­zio­ni è comin­cia­to ed è già un mez­zo mira­co­lo che in Ita­lia a livel­lo gover­na­ti­vo esi­sta una qual­che sen­si­bi­li­tà sul tema.
    Sul sito è sta­ta pub­bli­ca­ta una Faq (qual­che gior­no dopo la pub­bli­ca­zio­ne) per spie­ga­re meglio i dati e le moda­li­tà di con­sul­ta­zio­ne. La tro­va­te qui
    Sia Sol­di­pub­bli­ci sia Ope­nEx­po sono pro­get­ti rea­liz­za­ti gra­tui­ta­men­te a det­ta dei loro rispet­ti­vi auto­ri (per Sol­di­pub­bli­ci è sta­to pub­bli­ca­to nei gior­ni suc­ces­si­vi un disclai­mer in cui si par­la di cir­ca 45mila Euro spe­si per col­la­bo­ra­zio­ni ester­ne) soldipubbliciquantochiecosa: è nor­ma­le che un Gover­no basi la pro­pria azione/comunicazione sul­la tra­spa­ren­za su pro­get­ti di volon­ta­ria­to? Sicu­ra­men­te è assur­do che pro­get­ti come que­sti ven­ga­no costrui­ti gra­tis per la Pub­bli­ca Ammi­ni­stra­zio­ne (anche l’incarico di Luna come Digi­tal Cham­pion è sen­za sti­pen­dio).
    L’uomo del­la stra­da, il cit­ta­di­no — ma anche l’addetto ai lavo­ri — che non leg­ge le discus­sio­ni su Spa­ghet­ti Open Data (e a que­sto pun­to anche Data­me­dia­hub) dove tro­va tut­te que­ste infor­ma­zio­ni di det­ta­glio sul pro­get­to? Que­sto è un (pic­co­lo?) fail di comu­ni­ca­zio­ne.
    Il sito Sol­di­pub­bli­ci con­tie­ne i dati sul­le ammi­ni­stra­zio­ni loca­li (Regio­ni, Pro­vin­ce, Comu­ni) ma non sui Mini­ste­ri: biso­gna­va comin­cia­re da qual­che par­te, si dirà, ma sia­mo sicu­ri che non inclu­de­re dall’inizio i dati dei Mini­ste­ri sia sta­ta una scel­ta giu­sta? Per me no (e su que­sto cito un post di Leo­nar­do Nesti)
    Qua­li sono i pros­si­mi step? Se il pro­get­to è un work in pro­gress (a mio giu­di­zio, cosa buo­na e giu­sta) sareb­be però il caso di spie­ga­re qua­li saran­no i pas­sag­gi suc­ces­si­vi, cosa ver­rò imple­men­ta­to, quan­do e per­ché, maga­ri inclu­den­do un luo­go di discussione/suggerimento per even­tua­li inte­res­sa­ti che voglio­no con­tri­bui­re.

    L’immagine di coper­ti­na di que­sto post è di Mas­si­mo Gen­ti­le, il visio­na­rio illu­stra­to­re del grup­po di lavo­ro di Data­me­dia­hub 🙂

    Follow me

    Andrea Nelson Mauro

    Data Journalist at Dataninja.it
    Andrea Nelson Mauro, data jour­na­list. Vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize. For­mato nella cro­naca locale, fondatore di Dataninja.it, Datamediahub.it, Confiscatibene.it. Collabora con gruppi editoriali in Italia e all'estero, agenzie di data journalism in Europa, NGOs e Pubbliche Amministrazioni italiane. Folk della com­mu­nity SpaghettiOpenData.org e OpenDataSicilia.it
    Fol­low me
    About Andrea Nelson Mauro 35 Articoli

    Andrea Nelson Mauro, data jour­na­list. Vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize. For­mato nella cro­naca locale, fondatore di Dataninja.it, Datamediahub.it, Confiscatibene.it. Collabora con gruppi editoriali in Italia e all'estero, agenzie di data journalism in Europa, NGOs e Pubbliche Amministrazioni italiane. Folk della com­mu­nity SpaghettiOpenData.org e OpenDataSicilia.it

    Contact: Website

    1 Commento su La vera storia di Soldipubblici.gov.it

    1. Bel rie­pi­lo­go, Andrea. Una cosa non mi con­vin­ce: la tua ter­za frec­cia ros­sa (il ter­zo pun­to nega­ti­vo), che dice:

      “Il sito Sol­di­pub­blici con­tiene i dati sul­le ammi­ni­stra­zioni loca­li (Regio­ni, Pro­vince, Comu­ni) ma non sui Mini­steri: biso­gnava comin­ciare da qual­che par­te, si dirà, ma sia­mo sicu­ri che non inclu­dere dall’inizio i dati dei Mini­steri sia sta­ta una scel­ta giu­sta?”

      Que­sto pun­to non tie­ne con­to dell’asimmetria tra i dati loca­li (che sono aggre­ga­ti in SIOPE) e i dati cen­tra­li (che sono divi­si tra le varie ammi­ni­stra­zio­ni cen­tra­li). Il costo, in ter­mi­ni di tem­po e risor­se, di inclu­de­re i secon­di imma­gi­no sia dell’ordine di gran­dez­za di un altro SIOPE, quin­di pro­ba­bli­men­te DUE ordi­ni di gran­dez­za mag­gio­ri di quel­lo effet­ti­va­men­te soste­nu­to per fare Sol­di­pub­bli­ci. In altre paro­le, non cre­do ci sia sta­ta una vera scel­ta, né giu­sta né sba­glia­ta; i dati loca­li era­no il low han­ging fruit, la cosa par­zia­le che si pote­va fare qui e ora a cura di un pugno di ardi­men­to­si. In tec­no­lo­gia si dice “relea­se ear­ly, relea­se often”, no? E quin­di per­ché insi­ste­re sull’avere un pro­get­to gran­de, costo­so e onni­com­pren­si­vo dall’inizio?

    4 Trackback & Pingback

    1. La vera storia di Soldipubblici.gov.it | Pillol...
    2. Diritto Mercato Tecnologia » “SoldiPubblici” e trasparenza, Riccardo Luna: “Spero arrivi presto un FOIA. Tra pochi giorni online le spese dei ministeri”
    3. Open data, si può (e si deve) fare di più – enerd.it
    4. Open data, si può (e si deve) fare di più |

    Lascia un commento