Ryot.org: il sito di news che ti spinge ad agire

Che si debba ormai (e finalmente!) trovare un’applicazione più funzionale al giornalismo è cosa conclamata. A cosa serve lo storytelling? Quali bisogni soddisfa? Un caso molto interessante è quello di Ryot.org che ha nel suo payoff la misura dei propri obiettivi: “Every story lets you take action”. È un progetto nato recentemente, su Forbes si legge anche che è un pezzo di futuro del giornalismo (The Future of Breaking News Is Here and It’s Called RYOT).

La mission del progetto è tradizionale, anche giudicando dai contenuti che vengono distribuiti via Twitter, le modalità sono più coinvolgenti e l’utente lettore non è solo target finale di notizie, ma anche destinatario di informazioni in qualche modo abilitanti per agire. Un modo di leggere il giornalismo interessante, che probabilmente nasce anche dal background di provenienza dei fondatori (molti dei quali sono o sono stati attivisti, volontari, operatori nel mondo della cooperazione internazionale).

Le biografie dei fondatori sono da leggere (qui la pagina About), e sono piccoli tasselli che chiariscono come il ruolo dell’Advocacy stia assumendo peso sempre maggiore nel mondo dell’informazione, al pari della crescente presenza delle NGO. Mentre il processo industriale classico di sgretola, emerge il peso di questa forma di giornalismo funzionale strumento sul quale si basano campagne di pressione che promuovono azioni e policy specifiche.

L’immagine di copertina usata in questo post è un semplice screenshot della “Call in action” che si trova in fondo al post West Africa Is Feeling The ‘Chilling Effects’ Of US Ebola PanicCliccando si aprono diverse possibilità: dal semplice sharing sui social, alla possibilità (in questo caso specifico) di diventare un protagonista della lotta alla diffusione dell’Ebola, con la frase conclusiva “Click now and become the news!”.

Follow me

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.