I Giornali Sono Morti

Sono passati solo pochi giorni dal lancio di “Antenna” da parte del «Finan­cial Times», aggre­ga­tore di noti­zie che pesca da Twit­ter per tenere i let­tori del gior­nale aggior­nati con le ultime migliori noti­zie sui social media. 

È adesso il «Washington Post» a lanciare un nuovo aggregatore: “The Most”. Il nuovo prodotto editoriale aggrega le nostizie più condivise sui social e più lette pescando da una dozzina di fonti tra cui Time, The Atlantic, The Denver Post, The Houston Chronicle, New York Public Radio, Slate e The Dodo. 

Sul mini-sito dedicato all’iniziativa si legge:

The Most is an experiment gathering the most engaging stories from a broad array of top news sources. We’ll be adding sources as the feature grows.

I giornali sono morti, come si proclama ormai da almeno un lustro, ma la questione non è se siano morti quelli di carta e quante speranze, quante possibilità abbiano quelli digitali/online, è l’idea di giornale come pacchetto monolitico ad essere defunta e con essa i modelli di business che l’hanno caratterizzato negli ultimi 100 anni. Amen!

The Most

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.