I canali di DataMediaHub

Chi frequenta con una certa assiduità questo spazio (a proposito, grazie!) avrà probabilmente notato che sulla barra sinistra abbiamo collocato cinque link ad altrettanti “canali”, sono percorsi tematici che individuano le diverse “anime” di DataMediaHub e per i quali ha valore spendere due parole per farvi capire meglio di cosa parleranno.

Il Giornalaio curato da Pier Luca Santoro è il “corpus” più importante, quello attorno al quale in realtà è nato questo progetto e del quale, visto che è l’unico pre-esistente a DMH, abbiamo anche ereditato tutto il vasto e prezioso archivio che ne ha fatto uno dei blog – o meglio come preferisce il suo autore – una delle TAZ (Zona Temporaneamente Autonoma) più apprezzate ed autorevoli sui temi delle strategie e del marketing editoriale.

Uno delle nostre convinzioni è che oggi servano sempre più nerd in redazione, capaci di sviluppare la tecnologia (scrittura in codice, software, algoritmi eccetera) “dentro” i giornali stessi e completamente integrati alle altre professionalità tradizionali. Anzi più i giornalisti avranno confidenza con questi argomenti, più sapranno “governarli” meglio sarà per tutti (e per i giornalisti in particolare). Ecco quindi NerdBlog curato da Andrea Nelson Mauro che vuole essere uno spazio dove segnalare, discutere, riflettere sul rapporto tra giornalismo, codice e sviluppo. DataCorner è l’angolo dei dati e dei numeri intorno ai media e al mondo dell’informazione in Italia, Alessio Cimarelli è il primo intestatario di questo spazio ma sono probabili le incursioni da parte di tutti gli altri (ma questo d’altronde è vero anche per la maggior parte dei canali).

Crediamo molto anche nel potere delle immagini e delle visualizzazioni (quelle ben fatte), che una volta a regime, usciti dalla attuale fase beta saranno elemento perniante di DataMediaHub. Sotto questo profilo DataMediaPub, curato da Massimo Gentile, è la nostra “stanza dei grafici” nella quale oltre a riflettere sul visual journalism in Italia e all’estero (perché il confronto è fondamentale) troveranno posto anche i suoi commenti grafici e i diversi lavori originali da lui realizzati appositamente per DMH.

Qualcuno ha detto che «Per il giornalismo il percorso verso il digitale non rappresenta solo un “upgrade”, un semplice aggiornamento tecnologico, ma una trasformazione completa nel suo stesso modo di essere concepito e realizzato» ecco Giornalismi il canale curato da Lelio Simi, il sottoscritto, cercherà di essere un taccuino di appunti proprio su questa trasformazione proponendone case history, questioni e riflessioni attorno a un passaggio pieno di sfide difficili e opportunità.

I cinque canali sono caratterizzati da un colore diverso della barra laterale in modo da rendere più evidente uno spazio rispetto all’altro, se mai vi doveste chiedere perché non abbiamo messo nelle opzioni il colore nero il video sottostante fornisce una possibile spiegazione.

Ce n’est qu’un début.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.