Social: Utilizzo e Traffico

L’Osservatorio New Media & New Inter­net del Poli­tec­ni­co di Mila­no ha pre­sen­ta­to un paio di gior­ni fa i risul­ta­ti del­la ricer­ca su  l’utilizzo e le pro­spet­ti­ve di svi­lup­po dei media abi­li­ta­ti da inter­net.

Una par­te del­lo stu­dio si foca­liz­za sui social, sul­la loro pene­tra­zio­ne, l’utilizzo ed i com­por­ta­men­ti del­le per­so­ne rela­ti­va­men­te all’editoria tra­di­zio­na­le.

Tra gli uti­liz­za­to­ri di Inter­net del nostro Pae­se l’82% è iscrit­to ad un social network/media. La par­te del leo­ne, come noto, spet­ta a Face­book che rag­giun­ge il 76% di iscrit­ti tra gli uten­ti ita­lia­ni del­la Rete. Ana­liz­zan­do il diver­so gra­do di dif­fu­sio­ne dei vari social è inte­res­san­te nota­re come l’ultimo di que­sti sia Four­squa­re. La con­fer­ma, dal­la mia pro­spet­ti­va, di come bad­gi­fi­ca­tion e poin­ti­fi­ca­tion non sia­no ele­men­ti suf­fi­cien­ti di per se stes­si per crea­re inte­res­se ed enga­ge­ment ma sia­no solo ele­men­ti del pro­ces­so di gami­fi­ca­tion, di game desi­gn, che se mal con­ge­gna­to, o assen­te, come evi­den­te, non fun­zio­na.

Diffusione Social Italia

Quel che è ancor più inte­res­san­te è l’effettivo uti­liz­zo dei social ai qua­li si è iscrit­ti. Anche in que­sto caso Face­book spa­dro­neg­gia con un tas­so di uti­liz­zo nell’ultimo mese dell’86% [sempre+spesso] da par­te di chi ha un pro­prio pro­fi­lo sul social net­work più popo­lo­so del pia­ne­ta.

Sem­pre dal­le maglie di Zuck, sep­pu­re abbia una base di iscrit­ti infe­rio­re ad altri social, segue Insta­gram con il 36% degli iscrit­ti che ne fa un uti­liz­zo inten­so. Un ter­zo, o più, degli iscrit­ti a Goo­gle+, Twit­ter e Four­squa­re, sono iscrit­ti ma non lo uti­liz­za­no pra­ti­ca­men­te mai. Twit­ter, in par­ti­co­la­re, su que­sto ha un pro­ble­ma da risol­ve­re.

Utilizzo Social Ultimo Mese

Per quan­to riguar­da diret­ta­men­te l’editoria tra­di­zio­na­le, più del­la metà degli ita­lia­ni iscrit­ti ai social è fan/follower di alme­no un media tele­vi­si­vo, edi­to­ria­le o radio­fo­ni­co.

Le fan page e gli account uffi­cia­li degli edi­to­ri più segui­te sono quel­le dei pro­gram­mi TV [33%] e dei quo­ti­dia­ni [30%]. È ele­va­ta la per­cen­tua­le di uten­ti che ormai leg­ge le news diret­ta­men­te dai Social Net­work ma solo nel 33% dei casi si acce­de poi — sem­pre o spes­so — al sito dell’editore di rife­ri­men­to per un appro­fon­di­men­to. La con­fer­ma, se neces­sa­rio, che uti­liz­za­re gli account social come disca­ri­ca di link nel­la spe­ran­za di dra­ga­re traf­fi­co al sito web non fun­zio­na, o comun­que fun­zio­na solo in mini­ma par­te.

Su que­sto, sia sul 55% che segue un media tra­di­zio­na­le sui social che sul 45% che inve­ce non lo fa, c’è da imple­men­ta­re un lavo­ro di ascol­to, di ana­li­si e ricer­ca per com­pren­de­re inte­res­si e biso­gni del­le per­so­ne per poter­li coin­vol­ge­re effi­ca­ce­men­te. Si trat­ta di un com­pi­to non faci­le al qua­le è neces­sa­rio dedi­ca­re risor­se ed ener­gie, in ter­mi­ni di siste­mi, cri­te­ri di ana­li­si e tem­po dedi­ca­to, che dob­bia­mo asso­lu­ta­men­te intra­pren­de­re il pri­ma pos­si­bi­le; non ho dub­bi al riguar­do.

Frequenza Utilizzo Sito Da Social

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3068 Articoli

Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento