Nulla è Gratis

Con l’esplosione del caso datagate si riaccende il dibattito sulla privacy ai tempi di Internet.

Sul tema vi invito a [ri]leggere l’articolo pubblicato ad aprile 2010: “Hanno venduto l’anima per non leggere il contratto” in cui si racconta di come un’azienda inglese per il commercio di videogiochi  abbia comunicato ai media che possiede 7.500 anime di altrettanti suoi clienti online e come questo sia potuto avvenire. Caso emblematico del comportamento della maggior parte delle persone al momento di aderire ad un offerta e/o di iscriversi ad un social network.

L’infografica sottostante riepiloga il tipo di informazioni raccolte, ed il loro utilizzo, da parte di alcune tra le principali net companies del Mondo.

Nulla è gratis.

infographic_big_brother_tech_company_06192013
– Clicca per Ingrandire –

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

One thought on “Nulla è Gratis

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.