Fiducia nei Contenuti Digitali

Forrester ha diffuso, attraverso Twitter, la sintesi dei risultati di una propria ricerca effettuata su un campione rappresentativo della popolazione sul livello di fiducia verso diverse tipologie e fonti di contenuti digitali negli Stati Uniti ed in Europa.

I dati confermano quanto già emergeva da un’analoga ricerca svolta da Nielsen nel 2012, e molte altre sul tema.

Se è anche in questo caso il passaparola, le raccomandazioni tra pari ad essere la fonte che gode di maggior fiducia, è più in generale tutta l’area del pull, dell’attirare che ottiene i migliori risultati. Sms promozionali e, ancora una volta, i banner al fondo della scala di valore attribuita a queste forme di comunicazione d’impresa.

La relativamente bassa fiducia nella comunicazione corporate attraverso i social media amplifica il valore da attribuire alle condivisioni da parte delle persone. Le condivisioni sui social network creano notorietà di marca, e costruiscono fiducia, grazie al passaparola online degli utenti sul valore del brand; ovviamente vale assolutamente anche per le testate, per i giornali.

- Clicca per Ingrandire -
– Clicca per Ingrandire –
Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.