Pubblicato il 13 marzo 2013 by Pier Luca Santoro

Informazione Iconica

Siamo, da tempo, nella società della cono­scenza, dell’informazione e della comu­ni­ca­zione iconica.

Deve essere da que­sta con­sta­ta­zione che è par­tito il desi­gner pari­gino Syl­vain Boyer per creare «Icon Times» aggre­ga­tore di noti­zie che sele­ziona arti­coli da The New York Times, The Guar­dian, Reu­ters, CNN ed altri e le tratta in forma gra­fica for­nendo una rap­pre­sen­ta­zione ico­no­gra­fica del tema sul quale è cen­trata la notizia.

La home page si pre­senta come un insieme di icone con solo il titolo della noti­zia. Per ogni arti­colo viene pub­bli­cato un estratto della noti­zia e for­nito il link alla fonte ori­gi­nale per la let­tura completa.

Icon Times

Ogni icona è ori­gi­nale ed è dise­gnata par­tendo dalla pre­messa di con­tri­buire alla com­pren­sione della noti­zia in modo semplice.

Secondo quanto dichia­rato da Boyer “i prin­ci­pali siti di noti­zie offrono infor­ma­zioni di dif­fi­cile let­tura. Ci sono troppe infor­ma­zioni, troppi titoli … un over­dose di infor­ma­zioni che con­fonde i let­tori.  […] I segni for­ni­scono un’informazione chiara, sem­plice e uni­ver­sale”. E que­sto è pro­prio quello che ci siamo pro­po­sti di fare: “Icon Times è un sito che tra­sforma le noti­zie in infor­ma­zione gra­fi­che sotto forma di segnale.”

Alcune icone sono dav­vero ben rea­liz­zate, effi­caci. Inte­res­sante evo­lu­zione di quanto l’amico Mas­simo Gen­tile, “col­lega” di Boyer, rea­lizza da tempo per quanto riguarda l’attualità italiana.

Sanità

Sem­pre in tema di design dell’informazione, il «The New York Times» ha pub­bli­cato ieri il pro­to­tipo del nuovo sito che sarà com­ple­ta­mente ridi­se­gnato rispetto all’attuale.

Dalle infor­ma­zioni dispo­ni­bili il visual com­ples­si­va­mente è molto simile a quello di un’applicazione per tablet, offre un accesso più diretto alle sezioni del gior­nale di pro­prio inte­resse e pro­mette una nuova espe­rienza di let­tura con una mag­gior inte­gra­zione di imma­gini, video ed altri ele­menti mul­ti­me­diali inte­rat­tivi. Anche l’impatto visivo della pub­bli­cità dovrebbe otte­nere un bene­fi­cio dal re design.

Dopo il recente lan­cio dell’app rea­liz­zata in html5, stante l’elevato numero di abbo­nati all’edizione online/digitale del quo­ti­diano, il nuovo sito potrebbe rap­pre­sen­tare un’ulteriore mossa verso la scelta di bypas­sare l’Apple Store, e le sue esose com­mis­sioni, come già il caso del «The Finan­cial Times».

All’iniziativa, che verrà svi­lup­pata in base al feed­back otte­nuto da un sele­zio­nato gruppo di let­tori, è stato dedi­cato un blog.

NYTimes 1st Look