Pubblicato il 7 gennaio 2013 by Pier Luca Santoro

I Dati di Traffico da Facebook ai Siti d’Informazione

Ben Elo­witz, co-fondatore e CEO di Wet­paint, sito di noti­zie di gos­sip che ha svi­lup­pato una piat­ta­forma tec­no­lo­gica for­te­mente incen­trata sull’attirare traf­fico dai social media ed in par­ti­co­lare da Face­book, che da qual­che mese è a dispo­si­zione degli altri edi­tori, ha pub­bli­cato in que­sti giorni i dati sulle testate più social, sui top 50 siti d’informazione in lin­gua inglese che hanno il mag­gior traf­fico da Facebook.

Dai dati pub­bli­cati, esclu­dendo Wet­paint, emerge come in per­cen­tuale sia Buz­z­Feed a trarre il mag­gior bene­fi­cio da Face­book che apporta il 18,5% delle visite nel mese di novem­bre.  Si evi­den­zia come nelle prime 5 posi­zioni siano 4 i siti di gos­sip ed uno dedi­cato alla musica ed al tempo libero, allo svago degli ado­le­scenti, a bene­fi­ciare mag­gior­mente di Facebook.

A valori asso­luti è invece Huf­fing­ton Post [ver­sione USA] ad avere il mag­gior numero di visi­ta­tori con ben 7,5 milioni di click che arri­vano dal social net­work. Seguono CNN e Fox News.

La prima testata tra­di­zio­nale, il primo sito d’informazione di una fonte infor­ma­tiva che ha anche una pro­pria ver­sione car­ta­cea è il «The Guar­dian» che ha il 5,6% del traf­fico da Face­book, seguito dal «The New York Times» con il 4,1%. Il quo­ti­diano sta­tu­ni­tense, che ha circa 10 milioni di utenti unici men­sili in più rispetto a quello bri­tan­nico, ottiene il mag­gior volume di visi­ta­tori: 2,1 milioni di visite nel mese.

Traffico % Facebook

Osser­vando il numero di fans, di “mi piace” sulle pagine Face­book delle testate in que­stione non pare esservi una cor­re­la­zione tra traf­fico gene­rato e nume­ro­sità di fans. Al riguardo basti vedere la pagina di Buz­z­Feed e quella del NYTimes.

Resta dun­que da capire se, come par­rebbe, sia una que­stione di inte­ressi pre­va­lenti per coloro che sono iscritti al social net­work più dif­fuso al mondo, o se invece sia una que­stione di trat­ta­mento, di lin­guag­gio e rela­zione tra chi cura la pagina su Face­book e le per­sone che la popo­lano. Tema da appro­fon­dire con un’analisi ad hoc.

Qua­lun­que sia l’ipotesi quel che è certo è che Goo­gle resta di gran lunga il prin­ci­pale rife­ri­mento per gene­rare traf­fico ai siti delle testate d’informazione con un numero di utenti che per tutto il 2012 è sem­pre stato abbon­dan­te­mente supe­riore come mostra l’immagine sottostante.

Dati che, nella mia inter­pre­ta­zione, hanno una dop­pia valenza. Da un lato evi­den­ziano una bassa fedeltà alla testata. I let­tori, le per­sone, cer­cano la noti­zia e non la fonte spe­ci­fica. Dall’altro lato l’ennesimo ridi­men­sio­na­mento per le testate tra­di­zio­nali di quello che Fré­dé­ric Fil­loux sapien­te­mente aveva defi­nito“sha­ring mirage” frutto, su que­sto sì non ho dubbi, di un uti­lizzo dei social media come sem­plice ampli­fi­ca­tore, come mega­fono e non come mezzo di ascolto e di rela­zione con le persone.

Facebook-v.-Google

Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Digital Marketing Manager @etalia_net | Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)

Creative Commons License
This work, unless other­wise expres­sly sta­ted, is licen­sed under a Crea­tive Com­mons Attribution-NonCommercial 4.0 Inter­na­tio­nal License.