Pubblicato il 23 novembre 2012 by Pier Luca Santoro

Strumenti Gratuiti per il Monitoraggio di Twitter

Moni­to­rare la con­cor­renza e misu­rare i suoi, ed i pro­pri, risul­tati è un’attività indi­spen­sa­bile, che ahimè soprat­tutto dalle pic­cole e medie imprese viene svolta in maniera appros­si­ma­tiva o, addi­rit­tura, non effet­tuata del tutto [con tutte le ecce­zioni che la gene­ra­liz­za­zione com­porta, ovviamente].

Per quanto riguarda social net­work e social media vi è ampia dispo­ni­bi­lità di stru­menti gra­tuiti che pos­sono aiu­tare a fare un moni­to­rag­gio, un’analisi delle per­for­mance. Come sem­pre si tratta di tools che evi­den­te­mente non sono para­go­na­bili che quelli a paga­mento ma pos­sono comun­que aiu­tare a farsi un’idea.

Con Twit­ter in for­tis­sima cre­scita nel nostro Paese, ho scelto di segna­lare oggi uno stru­mento che con­sente di fare un buon moni­to­rag­gio sia del pro­prio account, per­so­nale o azien­dale che sia,  che di qua­lun­que altro account iscritto alla piat­ta­forma di micro­blog­ging da 140 caratteri.

Twi­to­nomy, che a mio avviso è uno dei migliori dispo­ni­bili gra­tui­ta­mente, for­ni­sce una visione suf­fi­cien­te­mente completa.

La dash­board per­mette di visua­liz­zare una sin­tesi del pro­prio pro­filo, o di quello altrui, con il numero di tweet alla data, numero di fol­lo­wers e di per­sone seguite,  il numero di liste a cui è stato iscritto quel pro­filo, visua­liz­zando anche nella stessa pagina su due colonne i prprio tweet e quelli delle per­sone che si seguono.

Il pro­filo visua­lizza il numero medio di tweet al giorno, quanti e quali sono stati ret­wit­tati indi­cando anche la ratio, la per­cen­tuale rispetto al totale [dato che in qual­che modo può essere indi­ca­tore dell’attenzione, dell’interesse che si suscita], il peso nume­rico dei fol­lo­wers, l’analisi delle inte­ra­zioni in ter­mini di ret­weet, rispo­ste e men­tion. For­ni­sce inol­tre le sta­ti­sti­che su quali hash­tag siano mag­gior­mente uti­liz­zate, le piat­ta­forme usate per twit­tare, giorni e orari dei tweet. Alcuni di que­sti dato pos­sono essere espor­tati in un foglio elet­tro­nico per ulte­riori ana­lisi, elaborazioni.

A titolo esem­pli­fi­ca­tivo qui sotto i dati di @repubblicait.

- Clicca per Ingrandire -

- Clicca per Ingrandire -

Una parte viene spe­ci­fi­ca­ta­mente dedi­cata a men­tion e ret­weets. Oltre ad essere for­nito l’elenco com­pleto, ne viene indi­cato in un gra­fico l’andamento gior­na­liero, quali account, quali per­sone hanno effet­tuato il mag­gior numero di men­tion e RT dell’account preso in con­si­de­ra­zione e quale il loro “peso” nume­rico. Dati che pos­sono anche essere visua­liz­zati su una mappa [ e l’elenco dei luo­ghi] per vedere la loro loca­liz­za­zione geo­gra­fica; que­sto potrebbe inte­res­sare, ad esem­pio, un azienda che attra­verso Twit­ter voglia comu­ni­care a livello internazionale.

Infine, sono for­niti il det­ta­glio di tutti coloro che seguono e che ven­gono seguiti dall’account Twit­ter preso in con­si­de­ra­zione non­chè le liste. Tutte le infor­ma­zioni for­nite sono inte­rat­tive e la ricerca, l’analisi può essere fatta anche per hashtag.

Tenendo sem­pre pre­sente che certi numeri hanno un valore infe­riore a quello che gli viene spesso attri­buito, Twi­to­nomy, soprat­tutto se uti­liz­zato per para­go­nare più utenti, più account tra loro può essere uno stru­mento utile.

Diceva Albert Ein­stein che “non tutto ciò che può essere con­tato conta e non tutto ciò che conta può essere con­tato”, vale la pena di tenerlo comun­que pre­sente. Buon lavoro.