Pubblicato il 10 agosto 2012 by Pier Luca Santoro

A Caro Prezzo

Le ven­dite degli abbo­na­menti all’edizione digi­tale del «The New York Times» con­ti­nuano a cre­scere e, nono­stante rap­pre­sen­tino il 30% degli abbo­na­menti dell’edizione car­ta­cea, c’è chi sostiene che nel giro di un paio d’anni la situa­zione potrebbe ribal­tarsi con il sor­passo del digitale/online rispetto alla ver­sione tradizionale.

Se que­sto avve­nisse sarebbe un ulte­riore pro­blema per i tra­bal­lanti conti del quo­ti­diano statunitense.

Infatti se ini­zial­mente un abbo­na­mento veniva ven­duto a 220$ con­tro i 730$ della ver­sione stam­pata, un dif­fe­ren­ziale che pur con­si­de­rando costi di stampa e distri­bu­zione è dav­vero note­vole, ora la pro­mo­zio­na­lità sta facendo scen­dere dra­sti­ca­mente il prezzo. Con attual­mente in corso una pro­mo­zione, vei­co­lata addi­rit­tura nell’home page con più box [3 per l’esattezza], che pro­pone un mese di abbo­na­mento “full” — edi­zione online + edi­zione per tablet + ver­sione per smart­phone -  a 99¢  con­tro i 35$ nor­mal­mente richiesti.

Offerta che viene sor­pas­sata, bat­tuta, su Grou­pon che vei­cola, evi­den­te­mente d’accordo con «The New York Times», addi­rit­tura due mesi di abbo­na­mento per edi­zione online + ver­sione per smart­pho­nes ad 1$ con­tro i 15.99$ del listino.

Non a caso, secondo quanto ripor­tato, a fronte di un incre­mento dell’80% rispetto all’anno pre­ce­dente degli abbo­na­menti alle vesr­sione online/digitale vi è stata una cre­scita dell’11% dei ricavi dalle sot­to­scri­zioni di abbonamento.

Il futuro del quo­ti­diano visto dal suo diret­tore Jill Abram­son è affa­sci­nante ma, nono­stante si noti un appiat­ti­mento, una tenuta della fles­sione dei ricavi negli ultimi due anni, ipo­tiz­zando la sta­bi­liz­za­zione anche del calo dei ricavi dalla ven­dita di pub­bli­cità dell’edizione car­ta­cea con un –7% costante anno per anno da qui al 2017, il gior­nale new­yor­kino dovrebbe, nel pari periodo veder cre­scere del 14% le reve­nues deri­vanti dalla ven­dita di spazi pub­bli­ci­tari per la pro­pria edi­zione digitale/online; ipo­tesi che attual­mente non pare verosimile.

La forte pro­mo­zio­na­lità in corso potrebbe costi­tuire un ulte­riore ele­mento per il dis­se­sto dei conti del gior­nale che fini­rebbe per pagarla a caro prezzo.

Profile photo of Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Digital Marketing Manager @etalia_net | Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Profile photo of Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)

Creative Commons License
This work, unless other­wise expres­sly sta­ted, is licen­sed under a Crea­tive Com­mons Attribution-NonCommercial 4.0 Inter­na­tio­nal License.