Posted on 18 maggio 2012 by Pier Luca Santoro

Le Idee di La Repubblica

«La Repubblica», come era stato anticipato nel corso dell’ultimo Festival Internazionale del Giornalismo, lancia “La Repubblica delle Idee”, evento che richiama alla memoria l’open weekend recentemente organizzato dal «The Guardian».

Dal 14 al 17 giugno oltre 70 incontri nel centro di Bologna a cui parteciperanno le firme giornalistiche più note del quotidiano, artisti, uomini di cultura e persino il Presidente del Consiglio Monti.

Una kermesse all’insegna della relazione con i lettori come spiega il Direttore Ezio Mauro: “un occasione di incontro, non solo di incontri, la possibilità per i nostri lettori di incontrare i loro giornalisti di riferimento, scambiare opinioni” che parla di “appuntamento con la community”

La manifestazione ha già il suo hashtag ufficiale, anche se al momento le mention sono ancora scarse, e prevede una serie di eventi, chiamati “Twitter Time”, con l’interazione non solo del pubblico presente ma anche, come è ormai d’abitudine, “cinguettate” via Twitter.

Insomma interazione e partecipazione a tutto campo sono, saranno, il leitmotiv delle giornate del fine settimana di metà giugno.

I giornali, a prescindere dal loro format di distribuzione, non hanno altra scelta se non quella di tornare ad essere  perno centrale degli interessi delle persone, delle loro conversazioni e dei diversi gruppi, delle distinte comunità, sia in Rete che fisicamente come il caso diffuso dei cafè come punto d’incontro con le redazioni esemplifica e come il già citato open weekend realizzato  dal quotidiano anglosassone ha ulteriormente concretizzato.

Nelle due giornate trascorse recentemente con l’amico Daniele Chieffi, esperto professional di PR online, commentavamo proprio come le relazioni in Rete, le communities abbiano bisogno di “essere scaricate a terra” per funzionare davvero. Pare che a «La Repubblica» l’abbiano capito.