Posted on 1 aprile 2012 by

Non Leggete Questo Articolo

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+3Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Oggi gior­nata dedi­cata alle beffe, agli scherzi. Tra tutti par­ti­co­lar­mente segna­lato in Rete, anche dalle edi­zioni online dei gior­nali tra­di­zio­nali, quello rea­liz­zato da Goo­gle che ha lan­ciato un gustoso pesce d’aprile che ha le sem­bianze di una ver­sione molto par­ti­co­lare di Goo­gle Maps, arri­vato già oltre il milione e mezzo di visualizzazioni.

Il migliore di tutti, a mio avviso, per quanto riguarda il com­parto edi­to­riale, è quello pro­po­sto da «The Next Web» che si è inven­tato un nuovo sistema, una nuova moda­lità per risol­vere l’annoso pro­blema delle reve­nues in ambiente digitale.

Nell’articolo pub­bli­cato sta­mani infatti, si annun­ciava che a par­tire da domani l’accesso alla testata all digi­tal sarebbe stato a paga­mento, arric­chendo la noti­zia con tutti i par­ti­co­lari, dalle tariffe a un mec­ca­ni­smo anti­so­cial che avrebbe impe­dito di vedere l’articolo quando fosse stato con­di­viso più di 300 volte, pas­sando per altre opzioni tanto fan­ta­sti­che quanto fan­ta­siose. Dav­vero straordinario.

C’è solo da spe­rare che qual­cuno non lo prenda per buono e copi il modello. Visti tempi, non si sa mai.

Sul tema, vale let­tura la sele­zione effet­tuata da Poyn­ter degli 8 migliori pesci d’aprile fatti da quotidiani.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+3Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Attualmente è temporary manager come social media editor de «La Stampa» . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social