Posted on 2 marzo 2012 by

Notizie Virali

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+3Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Quanto social media e social net­work siano solo mezzi di distri­bu­zione sociale dei mezzi di massa, come sostiene Tom Forem­ski, o se invece svol­gano un ruolo ormai indi­spen­sa­bile per un’eco­lo­gia dell’informazione, è parte inte­grante delle spe­ri­men­ta­zioni e del dibat­tito in corso su evo­lu­zioni, cre­di­bi­lità e soste­ni­bi­lità del sistema massmediatico.

Nella mag­gior parte dei casi, sin ora, le fonti di infor­ma­zione tra­di­zio­nale hanno mostrato incer­tezza ed insi­cu­rezza, da un lato desi­de­rose di sfrut­tare al meglio le poten­zia­lità offerte dallo stru­mento a fini pro­mo­zio­nali dall’altro incerte, insi­cure sull’impatto reale che lo stesso può avere sul loro futuro, zig­za­gando peri­co­lo­sa­mente tra veti e socia­lità della notizia.

L’interazione delle per­sone, il “word of mouth” vir­tuale eser­ci­tato attra­verso le diverse piat­ta­forme di social net­wor­king, e tutti i feno­meni ad esso col­le­gati, ha cam­biato e con­ti­nuerà a cam­biare ine­vi­ta­bil­mente l’attuale moda­lità di dif­fu­sione delle noti­zie che saranno sem­pre meno divul­gate ano­ni­ma­mente ad una massa ete­ro­ge­nea di sog­getti, sem­pre più dif­fuse attra­verso l’interazione delle per­sone in fun­zione del livello di fidu­cia di cui que­ste per­sone godono tra i mem­bri della pro­pria comu­nità virtuale.

New­sWhip, società spe­cia­liz­zata nel moni­to­rag­gio della dif­fu­sione delle noti­zie attra­verso social net­work e social media, ha clas­si­fi­cato, sin­te­tiz­zan­dole [anche a fini pro­mo­zio­nali?] in un’infografica le 25 fonti di infor­ma­zione che nel mese di gen­naio di quest’anno hanno otte­nuto almeno 100 men­zioni su Twit­ter e Facebook.

«BBC», «Huf­fing­ton Post» e «The Guar­dian» sono le tre fonti di infor­ma­zione mag­gior­mente con­di­vise sulle due piat­ta­forme sociali. 12 delle 25 fonti mag­gior­mente citate su Twit­ter sono “all digi­tal”, non hanno un cor­ri­spet­tivo car­ta­ceo; emerge anche una pre­va­lenza di inte­resse verso l’area “tech”. Dall’altro lato, su Face­book si evi­den­zia una pre­do­mi­nanza del gos­sip, diver­genza che lascia intuire la dif­fe­renza di pub­blici, di utenti delle due piat­ta­forme che, come emerge anche da altre ricerca, allo stato attuale non hanno una grande sovrap­po­si­zione di iscritti.

Per veri­fi­care in tempo reale quale siano le infor­ma­zioni di mag­gior inte­resse per gli inter­nauti di lin­gua inglese non resta che recarsi sul sito di New­sWhip men­tre la veri­fica della social popu­la­rity delle noti­zie nel nostro Paese può essere effet­tuata gra­tui­ta­mente gra­zie a UAC Meter.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+3Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page