Posted on 12 dicembre 2011 by

Far Finta di Essere Poveri

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

In un con­te­sto quale quello attuale la pro­ba­bi­lità di per­dere l’impiego o di abban­do­nare ogni spe­ranza di tro­varne uno sono sem­pre più elevate.

E’ que­sta la situa­zione nella quale vi cala «Spent», video­gioco rea­liz­zato da McKin­ney per conto di Urban Mini­stries of Durham ong sta­tu­ni­tense del North Carolina.

Il video­gio­ca­tore imper­so­ni­fica una per­sona che ha perso, appunto, il pro­prio lavoro da un mese, senza casa e con prole a carico. Con una dota­zione di 1000 $ ha un mese di tempo per tro­vare un occu­pa­zione prima di finire com­ple­ta­mente senza nulla.

Il gioco sot­to­pone ad una serie di prove e test che sono fun­zio­nali a vei­co­lare i mes­saggi della ong e a far spe­ri­men­tare in prima per­sona le dif­fi­coltà che vive chi è in una con­di­zione di indi­genza. Alcune delle prove pre­ve­dono che sia pos­si­bile chie­dere aiuto ad un amico, abi­li­tando, sce­gliendo que­sta opzione si pub­blica la pro­pria richie­sta di aiuto nella bacheca per­so­nale di Face­book; un ulte­riore tocco di rea­li­smo che si coniuga con la vira­lità del mes­sag­gio del gioco sui social network.

Il video­game mi ha richie­sto meno di mezz’ora per com­ple­tarlo la prima volta, è gra­tuito e può essere rigio­cato tutte le volte che lo si desi­dera. Al ter­mine del gioco viene offerta la pos­si­bi­lità di diven­tare volon­tari di Urban Mini­stries of Durham o di effet­tuare una dona­zione tra­mite Pay Pal.  Secondo quanto ripor­tato è già stato gio­cato oltre un milione e mezzo di volte in 196 nazioni nel mondo.

«Spent» non è sola­mente un gioco che illu­stra la potenza del mezzo inte­rat­tivo nel dif­fon­dere un mes­sag­gio. In un senso più ampio, ed in un modo che forse nes­sun altro media rie­sce a rag­giun­gere, dimo­stra che quello che i gio­chi rie­scono a rea­liz­zare sono coin­vol­gi­mento ed empatia.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Attualmente è temporary manager come social media editor de «La Stampa» . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)