Pubblicato il 4 novembre 2011 by Pier Luca Santoro

I Dati Audiweb dell’Informazione Online in Italia

Sono stati pub­bli­cati ieri i dati Audi­web rela­tivi al mese di set­tem­bre di quest’anno.

Emerge con chia­rezza come fon­da­men­tal­mente il digi­tal divide sia dovuto a fat­tori cul­tu­rali con le fasce della popo­la­zione ita­liana di istru­zione più bassa che hanno livelli di pene­tra­zione, di tasso di uti­lizzo della Rete infi­ni­te­si­mali rispetto alla media del Paese e, ancor di più ovvia­mente, rispetto a coloro che hanno una lau­rea o istru­zione superiore.

Ho voluto aggior­nare la situa­zione dell’anda­mento dei quo­ti­diani online per foto­gra­fare l’evoluzione.

In ter­mini di utenti unici e pagine viste, esclu­dendo i por­tali quali Vir­gi­lio o altri, sono sem­pre “i soliti noti”, «Repub­blica» & «Cor­sera», a domi­nare il pano­rama dell’informazione online in  Ita­lia con valori immen­sa­mente più grandi rispetto agli altri.

Spiace veri­fi­care che i new comers, le nuove pro­po­ste, quali «Il Post» & «Lettera43», sten­tino ad aqui­sire posi­zioni signi­fi­ca­tive nel pano­rama dell’informazione.

Esclu­dendo Class Edi­tori, poi­chè il dato dispo­ni­bile è aggre­gato sul totale delle testate del gruppo,  si con­ferma essere «Il Gaz­zet­tino» [com­pli­menti all’amico Carlo Felice Dalla Pasqua] il quo­ti­diano online con la mag­gior per­ma­nenza media sul pro­prio sito.

Nella sot­to­stante tabella rie­pi­lo­ga­tiva delle prin­ci­pali fonti di infor­ma­zione online rea­liz­zata, ho inse­rito anche un “corpo estra­neo”: quello di  Spil Games Net­work che, come evi­den­ziato, oltre ad avere un numero di utenti unici e pagine viste supe­riore a molti dei quo­ti­diani online presi in con­si­de­ra­zione, ha il tempo di per­ma­nenza più ele­vato in asso­luto con oltre 22 minuti di tempo medio tra­scorso dall’utenza.

Che il con­vol­gi­mento sia LA strada mae­stra per il futuro digi­tale dell’informazione e che i gio­chi, la gami­fi­ca­tion, nel senso più ampio del ter­mine, siano cer­ta­mente un mezzo per rag­giun­gere l’obiettivo è una tesi che mi pare di soste­nere da tempo.

Non ho altro da aggiun­gere per oggi. Com­ment is free.

Fonte: Audi­web Set­tem­bre 2011 — Ela­bo­ra­zione: “Il Giornalaio” -