Disorganizzati alla Meta

L’indagine realizzata dallo IULM relativamente alla “SocialMediAbility” delle aziende italiane presentata all’inizio di quest’anno, tracciava un quadro su l’uso dei social media da parte delle aziende italiane evidenziando, tra l’altro, una generale scarsa accettazione interna ed un basso livello di conoscenza di corretto utilizzo di quest’area di comunicazione e relazione con le persone.

Arriva ora un’indagine condotta da Cohn & Wolfe insieme ad AstraRicerche e al Laboratorio di Ricerca Economica e Manageriale dell’Università di Udine su un campione di 101 aziende di settori merceologici e dimensioni diverse ad aggiornare il quadro di riferimento su utilizzo corporate e dinamiche interne relativamente a quell’insieme di mezzi che viene raccolto nella definizione di social media.

I risultati emergenti sono raccolti nel commento all’indagine fatto da Luca Brusati, Coordinatore Scientifico del Laboratorio di Ricerca Economica e Manageriale dell’Università di Udine, che afferma: “i dati suggeriscono che le aziende italiane stanno appena cominciando a considerare la comunicazione digitale come un’attività da svolgere in modo continuativo, e dunque da dotare di risorse umane e finanziarie ad hoc, coordinate in modo adeguato con le altre funzioni aziendali. Al di là delle dichiarazioni di principio e dei comportamenti imitativi, il quadro emergente dall’analisi è che le aziende italiane facciano fatica a cogliere la valenza strategica dei cambiamenti che stanno interessando le aspettative e i comportamenti dei propri interlocutori”.

- Clicca per Ingrandire -
Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.