Pubblicato il 17 ottobre 2011 by Pier Luca Santoro

C’é Vita per i Quotidiani Online Oltre i CPM

La rispo­sta for­nita per, o meglio il ten­ta­tivo di, un modello di busi­ness soste­ni­bile per la ver­sione online dei quo­ti­diani, e più in gene­rale dei gior­nali, pare fon­da­men­tal­mente con­cen­trarsi, ad oggi, sui volumi, sulle quan­tità di traf­fico, di accessi al sito web.

Le recenti mire espan­sio­ni­sti­che del New York Times con l’edizione indiana, del Guar­dian in ver­sione dedi­cata spe­ci­fi­ca­ta­mente agli USA,  El Pais verso l’America Latina, ed ora anche la glo­ba­liz­za­zione dell’Huffington Post, rap­pre­sen­tano, nella mia deco­di­fica,  l’evidenza più con­creta di que­sto approc­cio. Lo testi­mo­nia, anche, l’utilizzo pre­va­lente dei social net­work come vei­colo esclu­si­va­mente atto a pro­mo­zio­nare i con­te­nuti sul sito per, appunto, por­tare visi­ta­tori allo stesso.

A mio avviso è una strada per­dente sia poi­chè si basa su un approc­cio arcaico sia per­chè, in spe­ci­fico rife­ri­mento al nostro Paese, con CPM che media­mente sono tra i più bassi in Europa  diviene un per­corso soste­ni­bile, nella migliore delle ipo­tesi, per pochis­simi sog­getti, anche in prospettiva.

Come ho avuto modo di dire a più riprese, anche, per le imprese del set­tore la solu­zione si chiama recu­pero, miglio­ra­mento della rela­zione con i let­tori, con le per­sone, e loro coinvolgimento.

A con­forto della visione pro­po­sta, quanto pub­bli­cato recen­te­mente da Alan D. Mut­ter, auto­rità rico­no­sciuta del set­tore, che argo­menta la sua tesi spie­gando che la rin­corsa verso  il traf­fico online ha posto le orga­niz­za­zioni edi­to­riali in una con­di­zione di ” grandi audience e scarsi ricavi”. Un errore stra­te­gico nell’epoca in cui la fedeltà dell’utenza, la pas­sione, il coin­vol­gi­mento sono la chiave per costruire un busi­ness sano e pro­fit­te­vole per le imprese editoriali.

Mut­ter rias­sume la for­mula di cal­colo e valo­riz­za­zione su come misu­rare l’immisurabile:  il coin­vol­gi­mento del visi­ta­tore ad un sito web.

Σ(Ci + Di + Ri + Li + Bi + Fi + Ii)

Secondo la for­mula pro­po­sta il coin­vol­gi­mento è la fun­zione del numero di click [Ci], del tasso di ritorno al sito nel tempo [Di], della fedeltà com­ples­siva  [Li], della cono­scenza misu­rata della noto­rietà di marca [[Bi], della dispo­ni­bi­lità a for­nire un con­tri­buto in ter­mini di feed­back [Fi] e della pro­ba­bi­lità di essere coin­volti in atti­vità spe­ci­fi­che create per aumen­tare cono­scenza, noto­rietà, e fun­zio­nali ad una mag­gior per­ma­nenza [Ii].

C’è vita per i quo­ti­diani online oltre i CPM, ini­ziate, ini­ziamo, a rifare i conti e, soprat­tutto, a ride­fi­nire le strategie.

Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Digital Marketing Manager @etalia_net | Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)

Creative Commons License
This work, unless other­wise expres­sly sta­ted, is licen­sed under a Crea­tive Com­mons Attribution-NonCommercial 4.0 Inter­na­tio­nal License.