Posted on 30 giugno 2011 by

Dalla Pointification alla Gamification

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Molto spesso, erro­nea­mente, Four­quare viene citato come esem­pio di gami­fi­ca­tion, trat­tan­dosi invece più pro­pria­mente di pointification.

A col­mare il gap, secondo quanto ripor­tato, ci ha pen­sato un gruppo di hac­kers durante i “Game Hack Days” dello scorso weekend.

World of Four­square applica le moda­lità di gioco del Risiko a Four­square rea­liz­zando una geo­lo­ca­liz­za­zione gami­fi­cata.  Sce­na­rio i diversi quar­tieri di New York ed obiet­tivo del gioco la con­qui­sta a colpi di check in  della città. Dopo essersi accre­di­tati uti­liz­zando il pro­prio account di Four­square si sce­glie il pro­prio quar­tiere di appar­te­nenza  allean­dosi con gli altri appar­te­nenti allo stesso rione per scon­fig­gere i rivali e con­qui­stare l’intera metro­poli sta­tu­ni­tense. La mappa, rea­liz­zata gra­zie alle API di goo­gle maps, for­ni­sce l’aggiornamento degli svi­luppi della “guerra sociale”.

Inte­res­sante rea­liz­za­zione ugc che apre le porte ad ulte­riori svi­luppi ed uti­lizzi in chiave azien­dale. Basti pen­sare, a titolo esem­pli­fi­ca­tivo, ad una decli­na­zione rea­liz­zata dalle asso­cia­zioni dei com­mer­cianti dei diversi quar­tieri per com­pren­derne le potenzialità.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page