giugno 2011

Pubblicato il 30 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Dalla Pointification alla Gamification

Molto spesso, erro­nea­mente, Four­quare viene citato come esem­pio di gami­fi­ca­tion, trat­tan­dosi invece più pro­pria­mente di pointification.

A col­mare il gap, secondo quanto ripor­tato, ci ha pen­sato un gruppo di hac­kers durante i “Game Hack Days” dello scorso weekend.

World of Four­square applica le moda­lità di gioco del Risiko a Four­square rea­liz­zando una geo­lo­ca­liz­za­zione gami­fi­cata.  Sce­na­rio i diversi quar­tieri di New York ed obiet­tivo del gioco la con­qui­sta a colpi di check in  della città. Dopo essersi accre­di­tati uti­liz­zando il pro­prio account di Four­square si sce­glie il pro­prio quar­tiere di appar­te­nenza  allean­dosi con gli altri appar­te­nenti allo stesso rione per scon­fig­gere i rivali e con­qui­stare l’intera metro­poli sta­tu­ni­tense. La mappa, rea­liz­zata gra­zie alle API di goo­gle maps, for­ni­sce l’aggiornamento degli svi­luppi della “guerra sociale”.

Inte­res­sante rea­liz­za­zione ugc che apre le porte ad ulte­riori svi­luppi ed uti­lizzi in chiave azien­dale. Basti pen­sare, a titolo esem­pli­fi­ca­tivo, ad una decli­na­zione rea­liz­zata dalle asso­cia­zioni dei com­mer­cianti dei diversi quar­tieri per com­pren­derne le potenzialità.

Pubblicato il 30 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Scoiattoli, Filtri & Personalizzazione dell’Informazione

“La morte di uno sco­iat­tolo di fronte alla porta di casa pro­pria può essere più  rile­vante per i pro­pri inte­ressi di quella di cen­ti­naia di per­sone in Africa”. E’ con que­sta cita­zione di una frase di Mark Zuc­ker­berg che apre il suo speech Eli Pari­sier.

L’immensa mole di infor­ma­zioni e la rela­tiva neces­sità di sele­zio­nare ed aggre­gare con­te­nuti d’interesse, uni­ta­mente al trac­cia­mento  di abi­tu­dini ed inte­ressi da parte dei motori di ricerca e di altri, si scon­tra con l’idea di plu­ra­lità e aper­tura della Rete deter­mi­nando quella che Pari­sier defi­ni­sce “The Fil­ter Bub­ble”.

Nel video ven­gono mostrati casi reali di fil­tro dell’informazione da parte di Face­book e di Goo­gle che dimo­strano come invece di ampliare il pano­rama infor­ma­tivo sul Web si rischi di restare intrap­po­lati in una visione fil­trata e cir­co­scritta della realtà.

Tesi che ha dato orgine ad un libro di recen­tis­sima pub­bli­ca­zione in cui casi­sti­che ed esempi ven­gono appro­fon­diti valu­tando l’impatto com­ples­sivo di quello che inter­net “ci nasconde”.

Ne emerge un qua­dro che invita a riflet­tere su quale sia effet­ti­va­mente l’ecosistema dell’informazione che la Rete sta deter­mi­nando e sui rischi di ege­mo­nia cul­tu­rale che vi risiedono.

Pubblicato il 29 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Reingegnerizzazione

L’invito a cam­biare pro­spet­tiva effet­tuato recen­te­mente trova ulte­riore con­cre­tezza nelle parole di Colin Raney:

“When you design the busi­ness around the expe­rience, [instead of the expe­rience around the busi­ness] you create a more power­ful and rela­ta­ble offer.”

La tabella sot­to­stante rie­la­bora i con­cetti pro­po­sti da For­re­ster nel 2009 ed uni­ver­sal­mente adot­tati, intro­du­cendo una nuova cate­go­ria: quella degli “shared media”. Inte­res­sante aggior­na­mento, fun­zio­nale ad una defi­ni­zione del ruolo e del signi­fi­cato di cia­scun mezzo di comu­ni­ca­zione nel costruire un’esperienza con il pub­blico di riferimento.

Pubblicato il 28 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Twitter al Servizio delle Redazioni

Dopo che Face­book da qual­che mese sta pun­tando deci­sa­mente sulla rela­zione con media e gior­na­li­sti, arriva ora la rispo­sta di Twitter.

Da ieri infatti è dispo­ni­bile Twit­ter for New­sroom risorsa dedi­cata spe­ci­fi­ca­ta­mente alle reda­zioni ed ai gior­na­li­sti per sfrut­tare al mas­simo, e al meglio, la piat­ta­forma di microblogging.

TfN con­tiene 4 sezioni:

  • Report: sezione dedi­cata fon­da­men­tal­mente alla ricerca di infor­ma­zioni su Twitter
  • Engage: esempi e case history su come coin­vol­gere le per­sone uti­liz­zando Twitter
  • Publish: stru­menti e supp­porti alla pubblicazione
  • Extra: elenco di link e risorse utili

Twit­ter for New­sroom rap­pre­senta un ottimo esem­pio di come rea­liz­zare e gestire le pub­bli­che rela­zioni e l’immagine di marca online.

Pubblicato il 27 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Mappa dei Mezzi di Comunicazione

La mappa dei mezzi di comu­ni­ca­zione, a mio avviso erro­nea­mente defi­nita mar­ke­ting map,  è un ottimo stru­mento per avere a colpo d’occhio un pano­rama esau­stivo delle diverse opzioni, dei distinti media che è poten­zial­mente pos­si­bile uti­liz­zare per comunicare.

Molto com­pleta, iden­ti­fica pun­tual­mente pres­so­chè la tota­lità dei mezzi, dalle pub­bli­che rela­zioni al gaming, pas­sando per i social media ed il trai­ning. Rap­pre­senta un eccel­lente punto di par­tenza nella defi­ni­zione della stra­te­gia di comu­ni­ca­zione per deci­dere quali atti­vità sono più rile­vanti per il pub­blico di riferimento.

Da stam­pare e appen­dere in ufficio.

- Clicca per Ingrandire -

Older Posts