giugno 2011

Posted on 30 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Dalla Pointification alla Gamification

Molto spesso, erroneamente, Fourquare viene citato come esempio di gamification, trattandosi invece più propriamente di pointification.

A colmare il gap, secondo quanto riportato, ci ha pensato un gruppo di hackers durante i “Game Hack Days” dello scorso weekend.

World of Foursquare applica le modalità di gioco del Risiko a Foursquare realizzando una geolocalizzazione gamificata.  Scenario i diversi quartieri di New York ed obiettivo del gioco la conquista a colpi di check in  della città. Dopo essersi accreditati utilizzando il proprio account di Foursquare si sceglie il proprio quartiere di appartenenza  alleandosi con gli altri appartenenti allo stesso rione per sconfiggere i rivali e conquistare l’intera metropoli statunitense. La mappa, realizzata grazie alle API di google maps, fornisce l’aggiornamento degli sviluppi della “guerra sociale”.

Interessante realizzazione ugc che apre le porte ad ulteriori sviluppi ed utilizzi in chiave aziendale. Basti pensare, a titolo esemplificativo, ad una declinazione realizzata dalle associazioni dei commercianti dei diversi quartieri per comprenderne le potenzialità.

Posted on 30 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Scoiattoli, Filtri & Personalizzazione dell’Informazione

“La morte di uno scoiattolo di fronte alla porta di casa propria può essere più  rilevante per i propri interessi di quella di centinaia di persone in Africa”. E’ con questa citazione di una frase di Mark Zuckerberg che apre il suo speech Eli Parisier.

L’immensa mole di informazioni e la relativa necessità di selezionare ed aggregare contenuti d’interesse, unitamente al tracciamento  di abitudini ed interessi da parte dei motori di ricerca e di altri, si scontra con l’idea di pluralità e apertura della Rete determinando quella che Parisier definisce “The Filter Bubble“.

Nel video vengono mostrati casi reali di filtro dell’informazione da parte di Facebook e di Google che dimostrano come invece di ampliare il panorama informativo sul Web si rischi di restare intrappolati in una visione filtrata e circoscritta della realtà.

Tesi che ha dato orgine ad un libro di recentissima pubblicazione in cui casistiche ed esempi vengono approfonditi valutando l’impatto complessivo di quello che internet “ci nasconde”.

Ne emerge un quadro che invita a riflettere su quale sia effettivamente l’ecosistema dell’informazione che la Rete sta determinando e sui rischi di egemonia culturale che vi risiedono.

Posted on 29 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Reingegnerizzazione

L’invito a cambiare prospettiva effettuato recentemente trova ulteriore concretezza nelle parole di Colin Raney:

“When you design the business around the experience, [instead of the experience around the business] you create a more powerful and relatable offer.”

La tabella sottostante rielabora i concetti proposti da Forrester nel 2009 ed universalmente adottati, introducendo una nuova categoria: quella degli “shared media”. Interessante aggiornamento, funzionale ad una definizione del ruolo e del significato di ciascun mezzo di comunicazione nel costruire un’esperienza con il pubblico di riferimento.

Posted on 28 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Twitter al Servizio delle Redazioni

Dopo che Facebook da qualche mese sta puntando decisamente sulla relazione con media e giornalisti, arriva ora la risposta di Twitter.

Da ieri infatti è disponibile Twitter for Newsroom risorsa dedicata specificatamente alle redazioni ed ai giornalisti per sfruttare al massimo, e al meglio, la piattaforma di microblogging.

TfN contiene 4 sezioni:

  • Report: sezione dedicata fondamentalmente alla ricerca di informazioni su Twitter
  • Engage: esempi e case history su come coinvolgere le persone utilizzando Twitter
  • Publish: strumenti e suppporti alla pubblicazione
  • Extra: elenco di link e risorse utili

Twitter for Newsroom rappresenta un ottimo esempio di come realizzare e gestire le pubbliche relazioni e l’immagine di marca online.

Posted on 27 giugno 2011 by Pier Luca Santoro

Mappa dei Mezzi di Comunicazione

La mappa dei mezzi di comunicazione, a mio avviso erroneamente definita marketing map,  è un ottimo strumento per avere a colpo d’occhio un panorama esaustivo delle diverse opzioni, dei distinti media che è potenzialmente possibile utilizzare per comunicare.

Molto completa, identifica puntualmente pressochè la totalità dei mezzi, dalle pubbliche relazioni al gaming, passando per i social media ed il training. Rappresenta un eccellente punto di partenza nella definizione della strategia di comunicazione per decidere quali attività sono più rilevanti per il pubblico di riferimento.

Da stampare e appendere in ufficio.

- Clicca per Ingrandire -

Older Posts
Vai alla barra degli strumenti