Posted on 20 maggio 2011 by Pier Luca Santoro

The Sunday Times Social List

Poco più di una settimana fa “The Sunday Times” ha lanciato Social List, sito web che analizza la propria attività su Facebook, Twitter, Linkedin e FourSquare, fornendo un punteggio che dovrebbe definire l’influenza sui social network della persona analizzata e determinando un ranking, una classificazione rispetto a tutti coloro che  hanno effettuato la medesima analisi.

Il successo dell’iniziativa è stato tale che dopo il lancio per circa tre giorni il sito è rimasto off line per consentire la manutenzione necessaria ad accogliere un numero di visitatori che è andato evidentemente oltre le più rosee aspettative.

A differenza di altri servizi di questo tipo, quale ad esempio Klout, l’algoritmo pare basarsi maggiormente sull’attività altrui, sull’interazione che avviene in base ai propri “post” per determinare i risultati.

Il forte accento posto sulla condivisione dei risultati evidenzia come l’iniziativa sia sostanzialmente diretta ad accrescere il traffico, le visite al sito in questione.

Sia l’immediato successo che il fatto che l’iniziativa sia realizzata da un quotidiano,  potrebbero essere una conferma, da un lato, della rilevanza della statusfera,   e,  dall’altro lato, del ruolo dei social media come mezzi di distribuzione sociale dei mass media, come emerge anche dall’Oriella Digital Journalism Study 2011.