Archive: 4 maggio 2011

Pubblicato il 4 maggio 2011 by Pier Luca Santoro

Supporting Evidence

La sup­por­ting evi­dence nel voca­bo­la­rio della comu­ni­ca­zione pub­bli­ci­ta­ria è l’insieme degli ulte­riori ele­menti che moti­vano o sup­por­tano la promessa.

A sup­porto della tesi argo­men­tata ieri sul ruolo di Twit­ter rela­ti­va­mente alla dif­fu­sione della noti­zia dell’uccisione di Bin Laden, i cui con­cetti sono stati ripresi ed arti­co­lati ulte­rior­mente da Mas­simo Man­tel­lini, ho tro­vato alcuni ele­menti, dei dati, che credo siano d’interesse.

L’area dedi­cata alla public rela­tions di Twit­ter ha reso dispo­ni­bile il gra­fico con il volume di tweets men­tre si dif­fon­deva l’informazione. Come si evi­den­zia chia­ra­mente il mag­gior picco di atti­vità e cita­zioni si sono avute dopo che i grandi net­work tele­vi­sivi sta­tu­ni­tensi ave­vano dif­fuso la notizia.

- Clica per Ingrandire -

Come e da quale fonte le per­sone abbiano appreso la noti­zia si desume con ulte­riore chia­rezza dai dati for­niti da Pew Inter­net che ha con­dotto un’indagine il giorno dopo. L’online, del quale imma­gino ragio­ne­vol­mente Twit­ter rap­pre­senta una quota ma non il totale evi­den­te­mente, pesa l’11% arri­vando a pesare circa un quinto per le per­sone nella fascia d’età tra i 18 ed i 34 anni. La prima fonte d’informazione in asso­luto è la televisione.

Allo stato attuale, in ambito informativo/giornalistico, i social media sono mezzi di distri­bu­zione sociale dei media di massa.

Pubblicato il 4 maggio 2011 by Pier Luca Santoro

Lunga Vita all’Edicola

A mar­gine del panel di discus­sione del jour­na­li­sm­lab: “Chi vende le noti­zie. Distri­bu­zione dell’informazione: visioni & modelli per la con­ver­genza edi­to­riale”,  all’interno dell’International Jour­na­lism Festi­val 2011 recen­te­mente con­clu­sosi, del quale sono stato il mode­ra­tore, il video dell’intervista ad uno dei relatori.

L’amica Domi­tilla Fer­rari, social media stra­te­gist in Mon­da­dori, con­ferma che anche l’ edi­cola ha motivo di esi­stere per­sino in un’epoca digitale.

Ovvia­mente, per con­ti­nuare ad attrarre i let­tori [sia in edi­cola che online] ele­mento impre­scin­di­bile è la cen­tra­lità di con­te­nuti e noti­zie di qualità.

[via]