Posted on 2 maggio 2011 by

La Morte di Bin Laden sui Social Media

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Dopo la con­fe­renza tenuta dal Pre­si­dente degli Stati Uniti poco fa è defi­ni­ti­va­mente uffi­ciale: Bin Laden è morto, ucciso in Paki­stan al ter­mine di un’operazione con­dotta dalla CIA. Circa 3mila fonti dagli USA e tutte le fonti infor­ma­tive del mondo ne danno notizia.

La massa di noti­zie, det­ta­gli e com­menti sui fatti è un fiume in piena che è impos­si­bile fissare.

Ho voluto, con­sa­pe­vole che l’evoluzione ren­derà forse rapi­da­mente obso­leti, o comun­que par­ziali, i dati, veri­fi­care la por­tata della noti­zia sui social media.

La prima indi­scre­zione sui fatti è cir­co­lata su Twit­ter intorno alle 22.30 e dopo essere stata ripro­po­sta [“ret­wet­tata”] da altre 100 per­sone si è dif­fusa a mac­chia d’olio.

Al momento della reda­zione di que­sto arti­colo circa il 15% delle cita­zioni su Twit­ter sono rela­tive all’uccisione del capo di Al Quaeda, il gra­fico ne visua­lizza la rapi­dità di dif­fu­sione dalle 03.30 GMT in poi.

Secondo quanto mostra Trend­sMap l’avvenimento coin­volge le per­sone di tutto il mondo.

Per quanto pos­si­bile con stru­menti gra­tuiti, e dun­que con un’affidabilità rela­tiva, ho voluto anche veri­fi­care quale fosse il sen­ti­ment, la con­di­zione emo­tiva di coloro che dif­fon­dono e com­men­tano l’informazione.

Sia Twit­trar, che misura solo il buzz su Twit­ter, che Social Men­tion, che invece prende in con­si­de­ra­zioni tutte le fonti social, for­ni­scono una visione, un vis­suto delle per­sone “neu­trale” che in qual­che modo stride con la velo­cità alla quale ven­gono aggiunti i “likes” alla noti­zia su Face­book, che sono cre­sciuti quasi del dop­pio solo durante la reda­zione di que­sto pezzo [attual­mente siamo a quota 216.240],  e dai festeg­gia­menti che si vedono per le strade in que­sti momenti.

Con­si­de­ria­mola una foto­gra­fia, una prima istan­ta­nea a caldo sulla quale sarà inte­res­sante tor­nare con più calma domani.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Attualmente è temporary manager come social media editor de «La Stampa» . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Latest posts by Pier Luca San­toro (see all)