Archive:29 aprile 2011

Posted on 29 aprile 2011 by Pier Luca Santoro

Lascia o Raddoppia?

Secondo quanto riporta stamane “Prima Comunicazione” [via], Andrea Monti Riffeser, esponente della famiglia emiliana proprietaria della Poligrafici Ed, ritorna alla carica con una sua vecchia ossessione: quella di vietare, o comunque disciplinare, la lettura dei quotidiano nei bar.

Il valore delle dichiarazioni rese è riassunta dalla promozione che dall’ inizio di maggio “Il Resto del Carlino”, quotidiano del medesimo gruppo editoriale, lancerà a Bologna, dove, nei bar convenzionati, sarà possibile acquistare per due euro un buono che consente di avere a quel prezzo caffè e giornale.

Totò & Mike Buongiorno are back, purtroppo non c’è niente da ridere.

Posted on 29 aprile 2011 by Pier Luca Santoro

Newseconomics & Coinvolgimento

Scout Analytics, impresa statunitense dedicata al monitoraggio dell’informazione online ed a come generare ricavi dal digitale in ambito editoriale,  ha pubblicato ieri nel suo corporate blog un’infografica di sintesi sulle motivazioni per le quali i ricavi dalle notizie online non saranno mai pari a quelli generati dalla versione cartacea.

Riprendendo i dati forniti da Nielsen ed eMarketer, “Why Online News Revenue will Never Equal Newspaper Revenue” sottolinea le principali motivazioni richiamando l’effetto combinato determinato dalla combinazione di tariffe pubblicitarie a prezzi di saldo e le note difficoltà di far pagare i contenuti agli utenti.

Sono aspetti ormai noti rispetto ai quali viene introdotta una variabile non indipendente: il coinvolgimento del lettore, spiegando come nel formato cartaceo esistesse un sistema complessivo di intrattenimento dell’utenza che invece sul web risulta frammentato, disperso, e dunque più difficilmente valorizzabile.

Personalmente sono sempre più convinto su quale possa essere lo strumento principe per il coinvolgimento del lettore e per una valorizzazione adeguata anche in specifico riferimento alla realtà italiana.

Strumenti diffusi dei quali ho direttamente sperimentato l’efficacia negli ultimi dieci anni. Come spesso accade è fondamentalmente un problema di cultura.

- Clicca per Ingrandire -

Vai alla barra degli strumenti