Archive:12 aprile 2011

Posted on 12 aprile 2011 by Pier Luca Santoro

L’Era della Rilevanza

L’abbondanza, l’eccesso di informazione ed il costante rumore di fondo che presuppone, è uno dei problemi della digitalizzazione.

Noto comunemente come information overload, è un fenomeno che non solo espone al rischio concreto di uno scorrere troppo rapido di informazioni che trasformi la ricchezza teorica disponibile nell’economia della disattenzione, ma genera una generale scarsa redditività dell’informazione prodotta come testimonia la generale impossibilità di sostituire le perdite derivanti dalla carta stampata con i ricavi dall’online.

Bob Woodward ritiene si sia attualmente in un fase che definisce, come metafora, di “bolla delle informazioni” che si sta sviluppando a spese del buon giornalismo:

I think there’s too much emphasis on speed and feeding the impatience people have. … In many ways, journalism is not often enough up to the task of dealing with the dangerous and fragile nature of the world, or the community, or anything you might try to understand. [The world requires] high quality, probing journalism. And there’s just not been enough of it

E’ una corsa al massacro che si basa anche su misurazioni dell’audience primitive ed inadeguate che pongono l’accento esclusivamente su elementi numerici quantitativi.

La rilevanza è l’unica soluzione alla fase attuale.

Posted on 12 aprile 2011 by Pier Luca Santoro

Data Journalism

The Guardian pubblica lo schema di sintesi di come viene gestita l’informazione, di quale sia il processo che il quotidiano affronta e gestisce prima di arrivare a realizzare il prodotto finito da pubblicare.

La ricerca delle informazioni, la classificazione e l’elaborazione dei dati, secondo quanto riportato, rappresenta oltre il 70% del lavoro svolto dal gruppo di lavoro del giornale prima dell’output.

Un percorso che segna la differenza sostanziale che intercorre tra fare un giornale e realizzare un buon giornale.

Clicca per Ingrandire

Vai alla barra degli strumenti