dicembre 2010

Posted on 27 dicembre 2010 by Pier Luca Santoro

WikiLeaks un Mese Dopo

Il 28 novembre sono stati diffusi i primi documenti del Napster dell’informazione.

A circa un mese di distanza ho voluto verificare il livello di attenzione sul tema.

I siti web dei cinque quotidiani coinvolti nell’operazione non dedicano più l’evidenza che è stata fornita inizialmente alla vicenda, cosa che tanto meno avviene nelle versioni tradizionali dei giornali.

Su Twitter il livello di buzz registra “calma piatta” ormai da circa due settimane e dopo i picchi iniziali l’argomento WikiLeaks pare essersi assestato intorno allo 0,2% di tutti i tweets degli utenti con una tendenza ulteriormente al ribasso.

Nonostante la portata dirompente, parrebbe dunque che nell’era dell’iperinformazione prolungare il ciclo di vita della notizia sia un compito davvero improbo.

E’ un fattore del quale evidentemente è necessario tenere conto.

- clicca per accedere al dettaglio dei dati -

Posted on 26 dicembre 2010 by Pier Luca Santoro

Sociale o Sociabile

Su una cosa esperti e meno esperti sembrano concordare: il 2011 sarà l’anno della definitiva consacrazione dei social media.

Per tempo di utilizzo e numero di utenti sono sempre più media di massa e come tali attirano in maniera crescente l’attenzione delle imprese che ne vedono le potenzialità come mezzo di comunicazione promo-pubblicitaria.

Secondo la definizione offerta dal dizionario etimologico sociale è ciò che riguarda la società  mentre sociabile è colui che ama la compagnia, quello che normalmente chiamiamo socievole.

E’ una distinzione che ovviamente non è squisitamente semantica, le cui implicazioni, segnalate nei giorni scorsi da Alberto D’Ottavi, sono riassumibili nell’idea che, appunto, sociale non significhi solamente fare amicizia, essere amici, ma riguardi la società nel suo insieme.

Si tratta in buona sostanza di un difficile equilibrio che si basa su economia, politica, ruolo sociale e tecnologia. Aree che si sovrappongono tra loro, delle quali i media subiscono da sempre l’influenza e che oggi sono ancora più evidenti in ambito “social” dove i processi di comunicazione hanno una linearità ed una governabilità inferiore rispetto ad altri mezzi per quanto riguarda la comunicazione d’impresa, come sintetizzato ottimamente dalla rielaborazione del marketing funnel.

Anche il panorama nazionale attuale è ricco di esempi di imprese che utilizzano i social media, nella migliore delle ipotesi, per essere sociabili.  La maturità, il vero asset di questo mezzo di comunicazione, potrà essere tale solo nel momento in cui sarà compiuto il passaggio da socievole a sociale.

Non è un problema di terminologia ma di approccio.

Posted on 24 dicembre 2010 by Pier Luca Santoro

Santa Brand Book

Santa Brand Book, giocando sul valore di babbo natale come marchio, realizza un percorso di eccellenza sui fundamentals della comunicazione d’impresa.

Colpo di genio dell’agenzia di comunicazione londinese Quietroom che ha realizzato questa iniziativa.

Sottoriportate alcune delle mappe realizzate presenti all’interno del libro.

Consideratelo, anche, il mio modo per augurare a voi tutti un sereno Natale.

Posted on 24 dicembre 2010 by Pier Luca Santoro

Riepilogo Personalizzato del 2010

Il Guardian chiude l’anno con un interessante grafico interattivo che mostra giorno per giorno le notizie principali pubblicate.

Cliccando sull’immagine viene visualizzato il titolo ed un breve riassunto della notizia del giorno.

L’aspetto più  interessante della realizzazione del quotidiano inglese consiste nella possibilità offerta a ciascun utente di realizzare un proprio grafico personalizzato con le 12 notizie più importanti dell’ anno e di condividerlo nei principali social network per paragonarlo a quello dei propri contatti.

Da imitare.

[Via]

Newer Posts
Older Posts
Vai alla barra degli strumenti