Posted on 13 dicembre 2010 by

WikiLeaks: The Games

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Scrive Ian Bogost, coau­tore del libro di recente pub­bli­ca­zione dedi­cato ai new­sga­mes, che la noti­zia è sociale poi­chè ha un impatto sui gruppi di per­sone, rile­vando come que­sto risulti in nuovi fatti, idee ed opinioni.

Se c’è un pre­ciso acca­di­mento che possa sup­por­tare que­sta tesi è cer­ta­mente Wiki­Leaks che non solo ha influen­zato pre­po­ten­te­mente l’agenda set­ting dell’informazione mon­diale, ma ha sca­te­nato soste­gno, emu­la­zione e vira­lità senza precedenti.

Testi­mo­nianza, da un lato, come afferma Manuel Castells, dell’impossibilità d’ora innanzi per i governi di tutto il mondo di man­te­nere all’oscuro i pro­pri cit­ta­dini e, dall’altro, dell’efficacia nella nar­ra­zione e del coin­vol­gi­mento che offrono, i video­gio­chi pub­bli­cati in que­sti giorni sul tema.

New­sgrounds ha pub­bli­cato Uncle Sam Vs Wiki­Leaks, mini­gioco in flash nel quale lo zio sam, in rap­pre­sen­tanza dello sta­tus quo sta­tu­ni­tense, deve sfug­gire  ai diversi docu­menti dif­fusi da dall’organizzazione gui­data da Assange per sopravvivere.

Ancora più accat­ti­vante e con un filone nar­ra­tivo degno dei migliori film di 007, Wiki­Leaks the Game, nel quale imper­so­nando Assange dovremo gio­care d’astuzia per pene­trare nel suo uffi­cio e sca­ri­care nella nostra chia­vetta usb docu­menti segreti.

E’ la sto­ria che vediamo cam­biare anche attra­verso que­sti mezzi e que­ste moda­lità di storytelling.

[Via]

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page
Avatar di Pier Luca Santoro
Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Attualmente è temporary manager come social media editor de «La Stampa» . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Avatar di Pier Luca Santoro
Social