InnovAzione

Dopo l’esame da parte di Gartner sul ciclo di vita delle tecnologie disponibili, arriva la terza edizione della classifica stilata da Cisco sulla diffusione della banda larga nel mondo.

L’Italia tre le 30 principali nazioni prese in considerazione dallo studio è 26esima alle spalle di Grecia, Romania ed Estonia.

L’impatto di questo ritardo è sintetizzato dall’infografica sottostante che oltre a riassumere i dati principali analizza la possibile correlazione tra accesso alla banda larga e prodotto interno lordo dei singoli paesi.

Se per molte nazioni [14 su 30] la rivoluzione prospettata dall’internet TV appare un’opzione concreta, in Italia Vanna Marchi resta il modello di riferimento prevalente da più di un punto di vista .

 

- clicca per ingrandire -

 

Il mio minimo contributo ad una discussione dalle prospettive tanto affascinanti quanto, ahimè, distanti dalla realtà.

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.